Bambino che abbraccia la sua mamma

"Allora Giobbe si alzò, si stracciò il mantello, si rase il capo, si prostrò a terra e adorò dicendo: «Nudo sono uscito dal grembo di mia madre, e nudo tornerò in grembo alla terra; il SIGNORE ha dato, il SIGNORE ha tolto; sia benedetto il nome del SIGNORE». In tutto questo Giobbe non peccò e non attribuì a Dio nessuna colpa". (Giobbe 1:20-22)

Per chi è in Cristo, nessuna lacrima versata è una lacrima inutile.

Come un bambino che, dopo aver pianto per una negazione del padre a fin di  bene, si asciuga  le lacrime e, cercando un suo abbraccio ritrova il sorriso, anche noi, nelle difficoltà della vita riconosciamo l’utilità delle prove come parte del piano di Dio per la nostra salvezza, stringendoci sempre di più a Lui con la consapevolezza che la nostra fede ne uscirà più matura.

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso.
Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie; altrimenti è possibile abbandonare il sito.