Preparati il bagaglio per la cattività, o figlia che abiti in Egitto, perché Nof diventerà un deserto e sarà bruciata, e non vi abiterà più nessuno. L'Egitto è come una giovenca bellissima, ma viene la distruzione, viene dal nord. (Ger.46:19-20)

In questa profezia di Geremia l’Egitto, il grande Egitto, sta per essere distrutto. Il profeta si rivolge al popolo di Dio affinché si prepari per la deportazione. Anche oggi il popolo di Dio vive in un sistema che sembra grande ed invincibile come a quel tempo era l’Egitto, un mondo che sembra poter dare tanto, ma non è così. Ci sono già adesso esodi di popoli interi che devono partire dal loro paese per andare in un altro sperando un futuro migliore. Dietro tutto questo, come un simbolo, lo Spirito Santo ci parla di un prossimo “rapimento dei credenti”. Non dobbiamo averne paura, non dobbiamo pensare a questo rapimento come ad una perdita;  infatti su questo sistema mondiale dal potere che sembra invincibile, piomberà una distruzione. La nostra fuga sarà allora una salvezza, come una liberazione. Su questo sistema di cose ci saranno come delle “piaghe”; ondate di distruzione una dopo l’altra. Ma se tu vuoi restare con Dio, tra quelli del Suo popolo, allora di che devi avere paura? Il rapimento della Chiesa di Cristo sarà il trasferimento dei credenti, la trasfigurazione, lo spostamento, la scoperta della libertà, la liberazione nostra da un sistema falso e corrotto senza Dio; un sistema che, dopo un brevissimo fuoco di paglia, sarà anch'esso distrutto. Siamo forti allora e ringraziamo il Signore dunque che ci prepara a questa salvezza!

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso.
Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie; altrimenti è possibile abbandonare il sito.