quadro scena familiare serena

 Enoc camminò con Dio; poi scomparve, perché Dio lo prese  (Genesi 5:24)

Enoc “camminava” con Dio. Com’è bella questa espressione!

In ogni momento Enoc si manteneva nel giusto passo con l’Eterno. Come ha detto un predicatore, camminare con Dio non è andare avanti a Lui, perché noi non conosciamo la strada nei dettagli e nei tempi; e non è nemmeno restare indietro perché andare troppo piano significa farsi raggiungere dal passato, ed il passato ci riporta alle leggi della carne, e dunque perderemmo il contatto spirituale.

Per camminare insieme due persone devono prima di tutto essere in accordo (1); ma non basta avere in comune lo stesso obiettivo, occorre avere lo stesso passo, la stessa modalità, la stessa mentalità, lo stesso pensiero insomma. C’è un “giusto passo” che non si scopre studiandolo nella nostra mente o nella teologia, ma si sperimenta solo quando si osserva il cammino di Dio.

Noi credenti stiamo facendo “un cammino di fede”. Questo camminare con chi è, se non con Dio?  Ma allora dobbiamo chiederci: siamo dello stesso pensiero con Lui? Noi scopriamo la partenza e la fermata solo “vedendo” partire e fermarsi il Signore. Ma come “vedere” questo, se i nostro occhi carnali non possono? La carne è carne e segue le sue leggi, non sono le emozioni, le “sensazioni” che ci possono guidare, ci deve essere qualcos’altro. Se siamo nati in Spirito, camminiamo secondo lo Spirito. "Infatti coloro che sono secondo la carne volgono la mente alle cose della carne, ma coloro che sono secondo lo Spirito alle cose dello Spirito.  Infatti la mente controllata dalla carne produce morte, ma la mente controllata dallo Spirito produce vita e pace". (Romani 8:5-6)

Dirai: ma come si ascolta lo Spirito?

Vorrei risponderti con una domanda: tu quanto tempo dedichi a Dio ogni giorno? Ti metti ogni giorno al riparo da ogni distrazione e all’ascolto della Sua Parola?  E’ questo che ti permetterà di scorgere il “passo di Dio”: la meditazione della Sua Parola ogni giorno; il dialogare con Lui quando hai buttato l’orologio e le tue ansietà. Lo spirito tuo, unito allo Spirito Suo, comincerà a vedere come Lui vede e a volere come Lui vuole.

In questo modo, come Enoc, “cammineremo” con Dio, il quale, per il fortissimo amore che ha per noi, nel vederci così bisognosi di Lui e desiderosi di piacerGli, ci rapirà per sempre. E Dio Spirito Santo, che guida la Chiesa e noi stessi nella complessità  dei nostri pensieri, ci avvia all'abbraccio del Padre come in un ritorno festoso.

 


(1) Amos 3:3 Due uomini camminano forse insieme, se prima non si sono accordati?

 

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso.
Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie; altrimenti è possibile abbandonare il sito.