immagine mossa di persone in movimento

Sono abituata ad avere fretta.

Fretta di conoscere, fretta di capire, di decidere, fretta di mangiare, di concludere un lavoro, fretta di arrivare a fine giornata, fretta di pregare, di terminare una lettura.

Così tanta fretta che mi è impossibile fermarmi. La sera è un tormento perché non riesco a riposare, non trovo pace, ed è solo per sfinimento che cedo al sonno. Ma mi sveglio di soprassalto al minimo rumore, al primo sogno che mi ricorda che non posso abbassare la guardia, perdere il controllo.

Non riesco a piangere né a spiegarlo a nessuno.

Mi sento schiava di un padrone che mi costringe a consumare il tempo della mia vita prima che sfugga. Schiava di una legge che non capisco, che mi lascia a mani vuote, preda di un dolore insensato.

Un'altra notte sta arrivando, sono stanchissima, mi bruciano gli occhi, ma il pensiero di non aver fatto abbastanza mi tiene sveglia. La sensazione di aver tralasciato qualcosa di essenziale mi fa sentire colpevole. E, da qualche parte dentro di me, vedo quanto sia folle vivere così, come il capitano di una nave già affondata, che si ostina ad adempiere a tutti i suoi doveri e non si capacita di non riuscire a governarla.

Solo quando mi rendo conto che nessuno dei miei sforzi mi porta alla pace che tanto desidero, mi siedo al centro della mia vita, e mi fermo finalmente.

Mi ricordo di parole pronunciate tanto tempo fa, che arrivano con forza ancora oggi a chi vuole ascoltarle.

Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore.

Parole che sento mie adesso, sono rivolte proprio a me.

Lascio il timone, certo la paura non mi abbandona, ma io guardo in alto adesso e dico “Io confido in Te”. Lo ripeto tutte le volte che rimonta in me l'ansia di fare, di concludere, di controllare tutto.

Io confido in Te.

Tu mi stai insegnando la pazienza, l'umiltà. Tu dai senso al lavoro delle mie mani e metti sulle mie labbra parole di lode e ringraziamento. Tu mi dai la tua pace.

Proprio come hai promesso.

 

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso.
Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie; altrimenti è possibile abbandonare il sito.