La promessa del Signore

La promessa del Signore

« E quando sarò andato e vi avrò preparato il posto, ritornerò e vi accoglierò presso di me, affinché dove sono io siate anche voi » (Giovanni 14:3)
Faro in mezzo alla tempesta

Noi cristiani abbiamo in Cristo la realizzazione del nuovo patto e la mediazione perfetta tra gli uomini e Dio. Cristo unisce gli uomini attraverso il suo Corpo di cui siamo sue membra:

1 Corinzi 12, 12-14: “12 Poiché, come il corpo è uno e ha molte membra, e tutte le membra del corpo, benché siano molte, formano un solo corpo, così è anche di Cristo. 13 Infatti noi tutti siamo stati battezzati in un unico Spirito per formare un unico corpo, Giudei e Greci, schiavi e liberi; e tutti siamo stati abbeverati di un solo Spirito. 14 Infatti il corpo non si compone di un membro solo, ma di molte membra”

Questa concezione ha numerose implicazioni che chiamano in causa la solidarietà tra gli uomini, specie quando vengono colpiti dalla sofferenza. Anche la terra e tutte le altre creature sono unite in uno stesso piano di Dio.

Romani 8,19-23: “19 Poiché la creazione aspetta con impazienza la manifestazione dei figli di Dio; 20 perché la creazione è stata sottoposta alla vanità, non di sua propria volontà, ma a motivo di colui che ve l'ha sottoposta,21 nella speranza che anche la creazione stessa sarà liberata dalla schiavitù della corruzione per entrare nella gloriosa libertà dei figli di Dio. 22 Sappiamo infatti che fino a ora tutta la creazione geme ed è in travaglio 23 non solo essa, ma anche noi, che abbiamo le primizie dello Spirito, gemiamo dentro di noi, aspettando l'adozione, la redenzione del nostro corpo."

Sembra esserci una contraddizione tra la misericordia di Dio, sommo bene, e la sofferenza degli uomini. Specie in momenti come quello che stiamo vivendo, a causa della pandemia da Covid 19. Oltre alla pandemia e alle sue conseguenze, di per sé già gravi, si aggiungono quelle derivanti da conflitti, crisi politiche, immigrazioni di profughi. Per non parlare di terremoti e calamità naturali che scuotono l’intero pianeta.

È forse venuto meno il patto di Dio? È forse venuta veno la Sua misericordia? No. È l’uomo che si è allontanato da Dio e ogni volta che succede questo, ne paghiamo le conseguenze perché diamo la possibilità al male di operare e di agire. Anzi, diventiamo noi stessi strumenti del male. In questi momenti Dio è partecipe della nostra sofferenza, Dio continua a chiamarci e ci aspetta come il padre del figliuol prodigo. Ma è necessario che noi facciamo ritorno, che ci incamminiamo verso la casa paterna dove troveremo sicurezza e riparo.

Sin dall’antichità Israele e tutta l’umanità hanno sempre sperimentato questa situazione. Anche nel Vecchio Testamento troviamo pestilenze, esili vari e sembra quasi che in certi momenti Dio abbia abbandonato il Suo popolo. Il popolo si lamenta, spesso con accuse reciproche tra i diversi componenti, finché non si pente, si unisce in “un solo grido e in una sola preghiera”. A quel punto, la misericordia di Dio si manifesta con tutta la Sua potenza. Questo ritorno a Dio, “Teshuvah” per gli ebrei, significa conversione, pentimento, riconciliazione con Dio, ritorno al patto d’amore.

D’altro canto Dio ripete al suo popolo: Geremia 31, 2-3 “Così parla il SIGNORE: «Il popolo scampato dalla spada ha trovato grazia nel deserto; io sto per dar riposo a Israele». 3 Da tempi lontani il SIGNORE mi è apparso. «Sì, io ti amo di un amore eterno; perciò ti prolungo la mia bontà (…) ».

Da sempre il Signore ci richiama, è più che mai il tempo di ritornare a Lui al di sopra di ogni denominazione specifica, perché siamo di fronte a cambiamenti epocali in vista degli ultimi tempi. Uniamoci ogni giorno in una sola preghiera di salvezza per tutti i credenti dal cuore puro nel Nome di Gesù Cristo e per opera dello Spirito Santo, cantiamo al Signore le lodi perché la sua ira dura un attimo e la sua misericordia è per sempre.

“Salmeggiate al SIGNORE, voi suoi fedeli, celebrate la sua santità. Poiché l'ira sua è solo per un momento, ma la sua benevolenza è per tutta una vita. La sera ci accompagna il pianto; ma la mattina viene la gioia”. (Salmo 30:4-5)

Ultimi Articoli

212) ASINA E PULEDRINA

08 Dic 2021 Immagini & Parole

In aperta campagna sotto un albero vicino la strada ho visto un’asina con la sua puledrina e mi sono fermato. Il loro sguardo dolce. Ho percepito quella serena intimità. Quante cose belle non vediamo più nella fretta del nostro...

297) ESITAZIONE

08 Dic 2021 Immagini & Parole

Le altezze e le profondità a volte stancano. A volte, la sera esige il suo riposo e il mattino la sua spensieratezza.   Con sollievo si sfiorano i contorni noti; con stupore si accettano i minuti e le ore di un giorno...

511) IL SIGNORE PUO' PERDONARE UN PECCATO CHE SI RIPETE?

05 Dic 2021 Posta PIC

DOMANDA: Il Signore può continuare a perdonare un peccato ripetuto? RISPOSTA: Il Signore legge i cuori (1), ovverosia conosce le intenzioni del tuo cuore quando, nella tua riservatezza, va a confessarti davanti a Lui (2). Questo...

15) IL PASTORE DA SOLO NON BASTA

04 Dic 2021 Le nostre comunità

Evitare gli accentramenti delle attività - far crescere i fedeli - la chiave è "servire" Nella maggioranza delle chiese evangeliche  la figura del pastore ha assunto dei contorni simili a quelli del prete cattolico e questo, a nostro...

119) NON AVRAI ALTRO DIO... UNA BREVE RIFLESSIONE PSICOLOGICA DAL PRIMO COMANDAMENTO - GLI ATTACCAMENTI

03 Dic 2021 Note pratiche di Psicologia

[IMMAGINE:L'aspirazione del vitello d'oro. Opera di Marc Chagall]  Siamo esseri umani e come tali terreni, ma sempre un po' a metà tra terra e cielo, tra ragione e sentimento, tra razionalità ed emozioni. Ci attacchiamo alle persone,...

510) NELLA SITUAZIONE PRESENTE NON PERDIAMO DI VISTA IL PROGETTO DI DIO

03 Dic 2021 Posta PIC

DOMANDA: Ciao Renzo...io credo che in questo periodo la scienza cerca di imporsi come una nuova religione e i virologi e affini sono i sommi sacerdoti e si servono delle leggi emanati dai politici per porre il loro sistema terapeutico......

45) DAL SENSO DI COLPA ALLE LIBERE SCELTE RESPONSABILI

01 Dic 2021 Note pratiche di Psicologia

Il senso di colpa nasce dalla sensazione di aver commesso qualcosa di male, di dannoso o criticabile da altri. Ci tengo a sottolineare subito un aspetto. Quando la colpa è oggettiva, reale, quando effettivamente e razionalmente posso...

14) SALMO 93 – POTENZA E MAESTA’ DEL REGNO DI DIO

30 Nov 2021 Audio

Sal 93:1 L'Eterno regna; egli si è rivestito di maestà; l'Eterno si è ammantato, si è cinto di forza. Sì, il mondo è stabile, non sarà mai smosso. 2 Il tuo trono è saldo da sempre; tu sei da sempre. 3 I fiumi hanno elevato, o Eterno, i...

272) RIDIMENSIONIAMOCI - Non abbiamo trovato nulla da soli, siamo stati inseriti da Dio in un progetto già esistente

29 Nov 2021 Brevi Studi

Ricordiamoci sempre che l’uomo, nonostante si creda sapiente, conosce molto poco di se stesso e dell’universo.(1)   Di Dio poi sappiamo  poco o niente. Questo per dire che dovremmo partire con modestia in ogni tipo di ricerca, sia essa...

509) GERUSALEMME CELESTE DIMENSIONI E RAGIONAMENTI

28 Nov 2021 Posta PIC

DOMANDA: ma il cubo e' 2200 chilometri di lato ? [ dopo aver visto il video 113 APOCALISSE P. 46 - CAP. 21:10-21 - GERUSALEMME CELESTE NEL DETTAGLIO - SIMBOLOGIA FORMA CUBICA, in   https://youtu.be/Y-w8UMDWIiI  ] RISPOSTA: Sono andato a...

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso.
Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie; altrimenti è possibile abbandonare il sito.