Bollettino libero cristiano evangelico  dell'Associazione ONLUS  "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

Quale è la realtà? - "Tamagotchi" – altri giochi al computer - messaggi subliminali

 Da “Normale perversità dei nostri tempi” di Renzo Ronca

 

 

Vi ricordate il "Tamagotchi"?  Lo vedete nella foto. Nel 1996 una multinazionale giapponese lancia un piccolo ciondolo elettronico a forma di uovo, sul cui display si muove un cucciolo animato o un pulcino. Scopo del gioco è “far crescere” l’animaletto, che programmato per far finta di essere vero, ti chiama quando “ha fame”, quando deve fare “pupù”, quando vuole giocare, ecc.; di mese in mese cresce, ma se ti dimentichi di curarlo secondo le sue esigenze…. muore.  Il tamagotchi diventa ben presto una moda in tutto il mondo, in due anni se ne vendono 40 milioni! Poi come ogni moda sparisce nel 1998.

Ora pensate agli utenti del giochino: i bambini. Un bambino di pochi anni sa distinguere la differenza tra reale ed irreale? Tra ciò che è vivo da ciò che è fantasia? Egli crede veramente che quell’animaletto, a cui magari dà un nome speciale “Ciccio”, sia vero e che gli voglia bene. Infatti quando “dà da mangiare a Ciccio” toccando dei pulsantini, si disegnano tanti cuoricini sul display… Per lui sarà uno scambio di affetto virtuale o reale? Un bambino di pochi anni può “accudire”  quella  che pensa essere una creatura? E’ ovvio che si dimenticherà; o presto verrà preso da un altro gioco… è normale direi. Ma l’animaletto richiede attenzione continua e quindi “muore”!  E lo vedi bene sul display che è morto, e magari lo hai sentito pure morire, perché dotato di segnali acustici ripetitivi, tipo lamenti. Ecco, a questo punto, come si sentirà il bambino?  Che idea comincerà ad avere della realtà? Della vita, della morte, dell’amore..?  E come risolverà, così piccolo, il senso di colpa, per “aver fatto morire il caro Ciccio”?

 

ALTRI GIOCHI AL COMPUTER

Ci vorrebbe un trattato di uno psicologo per dimostrarvi quanto male hanno fatto e continuano a fare sulla mente e sul comportamento i giochi al computer! Pensate che stanno sorgendo delle cliniche specializzate in tutto il mondo per poter “disintossicare” le persone affette da questo vizio, che  a volte spinge al gioco “fino all’autodistruzione”[1]

Qualche anno fa[2] presentammo un allarme con il giochino che insegnava ad uccidere il padre staccandogli la testa. Senza scendere in particolari a volte troppo scabrosi vi posso dire che la tecnologia da allora ha fatto passi da gigante, oggi abbiamo sangue ed emozioni molto più forti. C’è addirittura una tuta speciale con tutti i particolari anatomici del caso, che permette di provare sensazioni fisiche vere mentre le disegniamo sullo schermo (di qualsiasi genere).

Una volta le bambine giocavano con le bambole... di oggi invece è la notizia diffusa dall'agenzia "ansa.it del 2008-03-25 h20:09" di un sito specializzato per le ragazzine dai 9 ai 16 anni "Crea la tua lolita" in cui  sempre "per gioco" sollecitano gli avatar delle ragazze (i loro "alter ego") ad essere alla moda e provocanti, facendo operazioni al seno, usando biancheria costosissima (soldi veri appena finiti quelli virtuali), cercando di sedurre un ricco personaggio maschile, ecc. visto il numero delle iscritte (In Inghilterra 200.000 in un mese) c'è da chiedersi quale sarà l'ideale e la vita di queste future donne.

Lo stesso nostro ministro della P.I. cerca di prendere misure contro i videogiochi che alimentano il fenomeno del “bullismo” nelle scuole.[3] Molti giovani che guidano moto e macchine a tutta velocità, non si rendono conto della realtà e sono convinti che sia come stare davanti ad un videogame. Unica cosa simile pare che accada ai piloti dei caccia che bombardano città. I sentimenti vengono modificati, non esiste la pietà, si ricerca l’adrenalina[4] come una droga. Nascono gli “sport estremi”;[5]  I film non hanno più trama, ma solo costosissimi effetti speciali con molto sangue. L’arte non esiste più. Tecniche raffinatissime con uso di “messaggi subliminali” ci condizionano senza che ne abbiamo coscienza; e qui data l’importanza della cosa è necessario soffermarsi e spiegare.

 

MESSAGGI SUBLIMINALI[6]

Chi approfondisce  questo argomento subisce un piccolo trauma: queste tecniche sono da anni così largamente usate ed  in così tanti contesti che si fatica a credere che possa esistere tanto sofisticato cinismo e tanta cattiveria. Il materiale raccolto da noi è così ampio che non è possibile riportarlo tutto[7]. Vi sono innumerevoli immagini porno nascoste dietro scritte e messaggi pubblicitari famosi che hanno lo scopo di attrarci inconsapevolmente. Non si salva nemmeno la Walt Disney.[8]  Nel campo politico si usano immagini e parole condizionanti  per screditare gli avversari[9] o per guadagnare dei voti.[10] Nel settore discografico gli esempi sono infiniti. Particolarmente raccapriccianti sono gli effetti del satanismo applicato ai messaggi subliminali audio-video[11]. Inutile fare una lista ne potete trovare moltissimi anche di cantanti noti. Vi assicuro che fa un certo effetto sentire nascoste voci che incitano al suicidio a prendere la cocaina o che direttamente rendono culto al diavolo[12]. Pensiamo che i genitori, ma soprattutto le scuole o centri appositi di volontariato potrebbero fare molto per aprire gli occhi ai giovani, perché sta avvenendo sotto i nostri occhi una specie di ipnosi collettiva[13].

La Bibbia? E’ attaccata direttamente dall’avversario e, come Gesù, viene derisa e distorta. Nel 1989 -dopo “Gesùsuperstar” (1973) che cominciò ad “umanizzare” la figura del Signore con un musical-  vi accennammo ad un altro regista svedese, che si spinse fino a un tentativo di fare un film sulla vita “sessuale” di Gesù![14] (allora censurato). Ebbene questa tendenza irridente e blasfema si è potenziata in questi anni, e seppure ambiguamente, molti “film-bene” sulla Bibbia non hanno fatto  altro che mettere in evidenza solo le storie passionali più eccitanti e perverse. In questi giorni ad esempio vi è un libro di grande successo in Inghilterra che tratta e reclamizza esplicitamente gli argomenti più erotici della Bibbia[15]. Non vorrei fare il moralista o il fondamentalista ma non pensate che un certo freno sarebbe necessario? 

(continua con "Noi e il Grande fratello")

 

Indice studi e riflessioni  - Indice Pensare - Home


 


[1] Londra 13-6-06 - Aprirà ad Amsterdam, il mese prossimo, e offrirà cure 24 ore su 24 ai suoi pazienti. Il vizio da cui sono afflitti non è l'alcol, né la droga, né lo shopping compulsivo: è la mania di giocare ai videogiochi, in particolare a quelli su Internet che permettono a più giocatori di partecipare simultaneamente a una competizione comunicando tra loro in tempo reale. (…)  Analoghi centri di recupero, segnala l'Herald Tribune, edizione internazionale del New York Times, sono sorti recentemente negli Stati Uniti, in Cina, in Francia, in Corea del Sud. Le dimensioni del fenomeno sembrano enormi. Non esistono dati certi, ma nel mondo si stima che qualcosa come tredici milioni di persone giochino abitualmente ai videogames su Internet, sulla Playstation o su altri lettori digitali. (…)  "Smettono di avere relazioni sociali, tagliano i rapporti con la famiglia, abbandonano ogni attività sportiva o altra occupazione, non studiano più, mangiano seduti davanti al computer, dormono poche ore per notte, continuando a giocare fino al punto di autodistruggersi", dice Keith Bakker della clinica di Amsterdam. E qualcuno, giocando, letteralmente muore: proprio in Corea del Sud, dove si calcola che i videogamesdipendenti siano un milione, l'anno scorso sette persone hanno perso la vita per eccesso di gioco.  In agosto, un uomo di 28 anni è morto dopo cinquanta ore ininterrotte di videogioco. In dicembre, un altro sudcoreano, 38enne, è morto in un Internet cafè: aveva giocato 417 ore nei precedenti venti giorni, dormendo tre ore per notte. (…) [da Da “la Repubblica.it”]

[2] Il Ritorno n. 10-I marzo 2001

[3] (http://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/scuola_e_universita/servizi/bullismo/ministro-su-videogioco/ministro-su-videogioco.html)”

[4] L’adrenalina è un ormone che viene rilasciato dal nostro corpo in particolari condizioni di stress

[5] Sport ai limiti della sopportazione umana, come il salto con l’elastico da un ponte (bungee jumping), le discese nella corrente di un fiume  su un gommone (rafting), la discesa sulla neve fuori pista, discese con una bicicletta lungo i vulcani, nelle piste ghiacciate,  i lanci con paracadute o con parapendio, ecc

[6] Messaggio subliminale (dal latino sub, sotto, e limen, soglia, in riferimento al confine del pensiero conscio) è un termine mutuato dal linguaggio della pubblicità ma che - in psicologia - si riferisce ad un'informazione che il cervello di una persona assimilerebbe a livello inconscio. Può essere trasmesso attraverso scritte, suoni o immagini che trattano un qualsiasi argomento che nasconde al suo interno - come in un codice cifrato - ulteriori frasi o immagini avulse dal contesto iniziale che rimarrebbero inconsapevolmente nella memoria dell'osservatore (wikipedia). LA FOTO: Nella pellicola di un film degli anni 50 il pubblicitario James Vicari inserì dei fotogrammi-flash non visibili ad occhio nudo con scritto “bevete coca cola, mangiate pop corn” e notò che le vendite salirono perché il messaggio rimaneva impresso inconsciamente.

[7] Un consiglio per chi vorrà approfondire è visitare il sito del Centro Culturale San Giorgio (http://www.ccsg.it/Antonio.html) che sta dedicando una vera crociata contro queste tecniche.

[8] Immagini di sesso: a) nel film Il Re Leone sembra essere leggibile la parola "sex" quando Simba alza della polvere; b) nel film La Sirenetta, in versione originale, tre sequenze nelle quali compaiono membri maschili, c) oppure nel cartone animato Le avventure di Bianca e Bernie, si vede in una sequenza una donna nuda alla finestra (wikipedia)

[9] …Qualche anno fa ad esempio, Domitille Hazard ha firmato un articolo per Le Mode in cui denunciava l'uso della pubblicità subliminale da parte del presidente Bush in campagna elettorale (la parola "rats" "schifosi" è apparsa velocemente sopra il programma di Al Gore in Tv). Il New York Time ha verificato l'accusa e dunque l'ha rilanciata. Qualche anno prima anche il presidente francese Francois Mitterand si è servito della comunicazione subliminale per la propria campagna elettorale: a svelare il tutto è stato ancora una volta Le Monde. Dopo poco tempo lo spot incriminato trasmesso su Antenne 2 è stato sospeso….  Da http://news2000.libero.it/webmagazine/wms72.html del 2-4-04

[10] a) …Nel 1986, Juan José Ramirez Rioja, psicologo industriale e specialista in marketing, denunciò la presenza di un messaggio subliminale visivo alquanto insolito. In occasione dei mondiali di calcio giocati in Messico nel 1986, subito dopo che la nazionale spagnola era andata in goal con Butragueño e l'entusiasmo dei tifosi era all'apice, per un istante apparve la scritta "PSOE", la sigla del Partito Socialista Operaio iberico… http://www.ccsg.it/psoe.htm; b) studiando attentamente alcune “normali” trasmissioni popolari della nostra TV, opportunamente filtrato si sente l’inno di un popolare partito politico che oggi va per la maggiore.

[11] I messaggi subliminali sono stati suddivisi in quattro categorie. Si parte dagli INNOCUI (che sono messaggi autocelebrativi o celebrativi della stessa tecnica dei messaggi subliminali) per poi passare a quelli che ISTIGANO ALL'USO DI DROGA, approdando poi alla grande massa di messaggi "SULFUREI" che operano adorazione demoniaca od invitano al culto satanico, fino a giungere a tentativi di convincimento occulto che fanno palese APOLOGIA DEL SUICIDIO. In fondo non vi è nulla di cui stupirsi: Sodoma ebbe come "ricompensa" per i propri peccati la morte, così come Onan, etc... La Santa Chiesa ci ha sempre insegnato che: «Il prezzo del peccato è la morte»! (Centro Culturale San Giorgio)

[12] Ci è sembrato ben fatto il lavoro di Carlo Climati “Satanismo e musica rock” in http://digilander.libero.it/rinnovamento/documenti/reli_41.html

[13] Vedi anche “Aumentano i ‘rave’ e i nostri giovani muoiono” in http://www.ilritorno.it/news/3_rave-nostri-giov-muoiono.htm 

[14] ES1 cap.4

[15] …un docente della Bangor University del Galles, il professor Nathan Abrams, di origine ebraica ma laico, ha scritto per l'appunto un libro sull'argomento, "Sex and the Jews" (Il sesso e gli ebrei - per quanto avrebbe potuto includere nel titolo anche i cristiani). O per essere precisi, è stato il curatore del libro, affidando la stesura dei vari capitoli a colleghi, esperti e rabbini. Uno di questi, un accademico americano, Jay Michaelson, scrive per esempio un saggio su se stesso, cercando di spiegare come è possibile essere contemporaneamente gay ed ebrei ortodossi, nonostante il noto passo dell'Antico Testamento in cui si afferma che gli uomini che vanno a letto con altri uomini dovrebbero venire uccisi. Un altro, Geoffrey Dennis, rabbino del Texas, esamina minuziosamente i passaggi di "teologia erotica", ovvero dei numerosi punti dell'Antico Testamento che affrontano il tema del sesso…  8 marzo 2008 – da la Repubblica.it

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE