Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

LA RICERCA DELL’EQUILIBRIO NELLE TRASFORMAZIONI SPIRITUALI CRISTIANE – parte 1 – di Renzo Ronca – 11-2-16- h.11,45 - ( Livello  5 su 5) 

 

 

 

 

 

La volta scorsa abbiamo parlato  di “sollevamenti in mongolfiera” realizzati nelle nostre preghiere personali, i quali ci allenano, preparano la nostra mente ad aprirsi al Signore ad avere fiducia e a lasciarsi elevare.

 

Ora proseguiremo questa maturazione scavando bene dentro gli spostamenti interiori spirituali, che possono portare ad una salita o a una caduta.

 

Quando si parla di “spostamenti spirituali” usiamo già un linguaggio improprio perché quello che è spirituale non si “sposta” in senso letterale, non segue le leggi della fisica terrena; tuttavia mancando i termini specifici dobbiamo servirci degli esempi che possiamo, quindi esempi pratici.

 

Per capire come avviene il progressivo crescere dell’anima illuminata dallo Spirito di Dio ci serviremo dell’esempio dello spostamento del “baricentro” del nostro corpo quando compie un movimento.

“Baricentro” è una parola difficile anche se abbastanza usata, ma abbiamo cercato di renderla più semplice possibile; per questa spiegazione potete vedere l’allegato: “Baricentro dell’uomo in modo semplice” e poi tornare qui.

 

-----------------

Spero che abbiate dato uno sguardo agli schemini dell’allegato perché ci serviranno. Adesso vediamo infatti come applicare l’esempio del baricentro alle trasformazioni interiori, nei movimenti spirituali dell’uomo.

 

Come la terra ha in se stessa la forza di gravità che attrae il corpo, così il mondo, cioè questo sistema di cose gaudente che ricerca il piacere, ha una sua attrattiva un suo fascino che ci seduce e ci vuole trattenere.

Stiamo parlando di attività e comportamenti che riguardano il nostro corpo terreno (“la carne”) allettato nei sensi e nelle tendenze istintive dal mondo in cui vive. La Parola del Signore è chiara nel definire le conseguenze del nostro seguire queste seduzioni mondane: “Ora le opere della carne sono manifeste, e sono: fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregoneria, inimicizie, discordia, gelosia, ire, contese, divisioni, sètte, invidie, ubriachezze, orge e altre simili cose; circa le quali, come vi ho già detto, vi preavviso: chi fa tali cose non erediterà il regno di Dio”. (Gal. 5:19-21)

Di ognuna di queste opere malvagie si potrebbero dare mille “giustificazioni” e persino dei diritti, in quella che oggi viene chiamata falsamente “libertà”, ma davanti a Dio  queste cose sono riprovevoli e per noi questo solo conta.

 

 Fig.2

 

Ecco allora che nella fig 2 che avevamo trovato nell’allegato, intenderemo la linea arancione verso il basso non più come la forza di gravità, ma come una attrattiva mondana, una forza spinge il nostro corpo ad azioni legate ai sensi ed agli istinti del mondo.

 

 

Al contrario, se seguiamo “le cose di sopra” cioè lo Spirito di Dio, abbiamo frutti completamente diversi: “Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo;” (Gal 5:22)

 

Ed ecco allora che in noi si forma una contrapposizione di forze verso l'alto e verso il basso:

 

 

 

 

 

Fig.7

 

 

 

 

 

 

Nella fig.7 vediamo l’uomo combattuto da questi due estremi: attratto fisicamente verso il basso, cioè dalle cose della carne, e attratto spiritualmente verso l’alto, cioè dalle cose dello Spirito di Dio.

 

 

 

 

 

 

 

Ora ATTENZIONE! Questa figura mostra solo le due attrazioni in una ipotetica situazione di stallo cioè senza movimento, come se l’uomo fosse immobile in attesa di seguire una direzione o un'altra; ma nei fatti non sarà mai così perché volenti o nolenti noi -più o meno consapevolmente- faremo una scelta. E’ di questa scelta che ora parleremo.

 

 

(continua)

 

 

pag. precedente   -    pag. seguente   -  indice rifless. bibliche n. 2  -  Home

 

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE