Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

REDENZIONE, GIUSTIFICAZIONE, SANTIFICAZIONE (CONSACRAZIONE), GLORIFICAZIONE -  SPIEGAZIONE SINTETICA UTILE PER LO STUDIO - 20-10-15- h. 10,30 

 

 

REDENZIONE: Il termine indica qualcosa di più di una semplice liberazione; deriva dal latino che traduce una parola greca che significa riscatto, liberazione di chi è prigioniero mediante una somma di denaro. La possiamo usare per indicare TUTTO il processo completo di salvezza dell’uomo, composto di tre fasi sostanziali: giustificazione, santificazione (consacrazione), glorificazione.

Nell’AT l’Esodo è primariamente il libro della redenzione. I primogeniti vengono liberati dal sangue dell’agnello pasquale e dovranno poi essere riscattati mediante una somma pagata al santuario (Es.13:11-15). Per i Giudei che cadevano in disgrazia o perdevano la loro proprietà esisteva il diritto di riscatto del parente più prossimo (Lev. 25:25, 47-49). In un certo senso nel riscatto era insito il senso di appartenenza verso colui che svolgeva l’ufficio di redentore (Booz riscattò Ruth la moabita e la sua terra): l’intero popolo ebraico appartiene all’Eterno che lo ha liberato (Es 19:4-6; 20:2; Lev 25:38; Deut 7:6-8) e ogni israelita doveva versare mezzo siclo per il riscatto della propria persona (Es 30:12-16; Matt 17:24).

Nel NT Gesù Cristo rappresenta l’agnello pasquale ha dato il suo sangue per la nostra redenzione: “In lui abbiamo la redenzione mediante il suo sangue, il perdono dei peccati secondo le ricchezze della sua grazia” (Efesini 1:7)

 

 

GIUSTIFICAZIONE – Per mezzo della sola fede in Cristo Gesù  la giustificazione ci assicura la salvezza gratuita, l’ingresso nel regno spirituale di Dio, la liberazione dal peccato che ci avrebbe condotto alla morte eterna. (Romani 3:23-24; 4:25;5:1;  6:22-23).

 

SANTIFICAZIONE (CONSACRAZIONE) - (1P 1:2; Ro 6:22). Avviene per opera progressiva dello Spirito Santo e nella misura in cui noi camminiamo per lo Spirito non adempiendo i desideri della carne (Ga 5:17). È la costante e sempre più marcata separazione dell'uomo dal peccato. È il frutto che ci permette di essere sulla terra l'immagine del Signore Gesù Cristo.

“La prerogativa positiva della santificazione si manifesta in una vita imperniata sul carattere di Cristo. Questo modo di conduzione della vita, deve essere identificato in un impegno costante e intero nel servizio e nell’ubbidienza a Dio accompagnato da un alto senso per la giustizia. Infatti Gesù disse che saranno beati coloro che sono affamati e assetati di giustizia (Matteo 5:6; 6:33), coloro che vivono questo sentimento sono spinti ad una volontaria consacrazione verso Dio. Paolo replica, inoltre, che i cristiani dovrebbero essere membri rivolti alla giustizia, per la santificazione (Romani 6:19); avvenuto questo si porta un evidente frutto santificativo (6:22), quando ci consacriamo a Dio, diventiamo Sua esclusiva proprietà, al fine di poter essere utilizzati per il Suo servizio. Di questo processo di rinnovamento, ne è coinvolta anche la nostra mente, in quanto viene rinnovata per servire Dio. Il cristiano diventa un uomo nuovo rivestito di santità e giustizia (Efesini 4:4) mediante una santa condotta(1°Pietro 1:15). Per ottenere una vita imperniata nella santità, nella giustizia e su una condotta santa, dobbiamo ricercare un rapporto continuo ed intimo con Cristo (Giovanni 15:4), una comunione con i credenti (Efesini 4:15,16), una particolare dedizione alla preghiera (Matteo 6:5-15,16), rinnegare se stessi, prendendo (quotidianamente) la propria croce, seguendo Gesù (Luca 9:23) ed un ubbidienza continua per essere ripieni dello Spirito Santo(Romani 8:14; Efesini 5:18)” [http://lagrazia.altervista.org/santificazione.html]

 

GLORIFICAZIONE - È il compimento assoluto della nostra salvezza. È la trasformazione del nostro corpo mortale in un corpo glorioso, simile a quello di Cristo Gesù. È la massima manifestazione dell'uomo nuovo in Cristo. Sapendo che sangue e carne non possono ereditare il cielo, Dio trasforma il nostro corpo mediante la sua potenza. La glorificazione è "il fine" e la "manifestazione" piena del regno spirituale di Dio. (Ro 6:22; 8:17,30; 1Co 15:53).

La glorificazione avviene in tre situazioni diverse a seconda delle tre diverse categorie di credenti:

a) Alla prima risurrezione, al ritorno di Gesù: per i credenti che si sono addormentati in Cristo prima della sua venuta.

b) Al rapimento: per i credenti che saranno ancora in vita nel giorno del ritorno di Cristo Gesù.

c) Prima del Regno millennale di Cristo: per i martiri della tribolazione che si saranno ravveduti e che avranno ricevuto in dono la vita eterna.

 

 

 

Fonte principale di questo scritto: http://www.laparola.info/risurrezione-e-glorificazione

 

 

Indice rifless. bibliche    -   Home

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE