Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

NON LA RAGIONE MA LO SPIRITO SANTO CI APRE A SE STESSO 

LO SPIRITO SANTO – APPROFONDIMENTI SINTETICI  6 tratto da “La persona e l’opera dello Spirito santo” di Ch. Gross -  a cura di Renzo Ronca – 25-9-13 h.10,45 - (Livello 2 su 5)

 

 

 

(segue)

Riprendiamo l’approfondimento sulla Persona Spirito Santo. Essendo passati più di due mesi dall’ultimo scritto vi pregherei di dare uno sguardo alle puntate precedenti (basta cliccare “pagina precedente” in fondo alla pagina)

Stavamo dicendo che la comprensione da parte dell’uomo dello Spirito del Risorto non può essere razionale ma necessita di un’apertura interiore.

“C’è un proverbio tedesco che esprime molto bene il funzionamento della nostra capacità di comprendere le cose. Esso dice: ‘Quel che il cuore rifiuta la testa non lo lascia entrare’(1).

La nostra concezione del capire è essenzialmente razionalista. Noi crediamo che una volata conosciuta la verità, l’accettiamo e la mettiamo in pratica. Ma questa concezione è tipicamente greca, non biblica.

Secondo la Bibbia la nostra capacità di capire, la percezione che abbiamo delle cose e delle idee possono subire condizionamenti e questo lo dobbiamo ammettere con umiltà.

Io stesso ne ho fatto l’esperienza durante incontri e discussioni di carattere religioso. Potevo discutere quanto volevo, o argomentare citando testi che i miei interlocutori riconoscevano come ispirati, ma tutto era vano. Essi non riuscivano a capire. Eppure i testi che citavo erano chiarissimi! Alla fine dovetti ammettere, e non senza provare una gran pena, che le discussioni e le argomentazioni non servono a niente, perché i cuori degli uomini sono spesso sotto il giogo di potenze che li tengono prigionieri.

Lutero ha espresso questo concetto in modo piuttosto crudo dicendo: ‘La nostra ragione è come una prostituta che si dà a colui che paga di più’.”

Sembrerebbe una via senza uscita, ma il mezzo per superare queste forze maligne esiste ed è alla portata di tutti. Si tratta di smettere ogni discussione (esterna o interna con noi stessi) e di saltare con un balzo ogni aspetto razionale, rivolgendo la nostra anima a Dio per i meriti di Cristo, chiedendoGli la necessaria apertura mentale.

Il Signore ce lo concederà e sarà proprio lo Spirito Santo ad agire sul cuore prima e sulla mente dopo, per farci capire Se Stesso.

(continua) 

 

(1)”Was das Herz nicht will lasst der Kopf nicht ein”

 

 

 pag precedente   -   pag seguente   -     Indice rifless. bibliche  -  Home

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE