L'UNIVERSO

Parte 5 dal dossier "LA SALVEZZA DI DIO PER L’UOMO"

di Renzo Ronca - 20-8-13-h.8,30 - (Livello 3 su 5)

(segue)

Cos’è l’universo?

Dalla frase riportata: Prima che i monti fossero nati e che tu avessi formato la terra e l'universo, anzi, da eternità in eternità, tu sei Dio. (Salmi 90:2) sembra potersi intendere l’universo una cosa creata, che prima non c’era. Quindi da un certo punto di vista, l’universo sta “dentro” l’eternità.

 

Che poi l'eternità circondi l'universo, lo intersechi, sia una dimensione superiore o trasversale ecc, lasciamo tutto per ora come varie possibilità aperte. A noi più che una definizione assoluta (x ora impossibile) serve soprattutto un appiglio per seguire un ragionamento.

 

Fig.5

Nella fig 5 immaginiamo l’universo come quel piccolo quadrato centrale inserito nell’eternità.

 

Possiamo pensare all’universo come un ambiente “quasi infinito” in cui è contenuto tutto il creato. “Quasi infinito” perché è stato creato ed ha una forma, una massa reale, tangibile.

Inoltre  gli scienziati dimostrano che l'universo si “espande”. Se dunque si espande, si “allarga” a misure sempre più grandi, dunque potrebbe essere persino misurabile.

Ma dove va l'universo? Non lo sappiamo.

Tanto per capire quanto sia complesso e quanto l’uomo ne sappia poco, ci sono diverse teorie scientifiche che si fronteggiano sull’ universo osservabile” e quello non osservabile, su una specie di spugna che prima si allarga e poi si restringe, sulla sua composizione mista di “spazio-tempo”, sul “multiuniverso” ecc. Troppo complicato per noi, direi di tralasciare tutto e proseguire il nostro discorso tenendo la Bibbia sul tavolo.

Appurato che la scienza a parte le teorie, non sa darci certezze, ma solo ipotesi, noi proseguendo il nostro discorso, proviamo a chiamare eternità la direzione verso cui si espande l’universo e che lo avvolge, lo contiene.

Andando oltre la fig. 5, se ci fosse una animazione delle immagini potremmo adesso mostrare il quadratino (l’universo) che si ingrandisce sempre più mentre ci dirigiamo al suo interno…  In questo foglio siamo costretti a farlo per gradi.

 

 

Fig. 6

 

Vediamo la fig.6: 

All’interno dell’eternità (quadrato tratteggiato), ingrandendo (o “zummando”) il quadratino piccolo (universo),  vediamo come questo è composto:

-prima l’ammasso stellare (cerchio in alto) dove ogni puntino luminoso è una galassia (nella parte dell’universo visibile si stima siano 500 miliardi di galassie);

-poi seguendo le frecce, ingrandendo ancora, vediamo una sola delle galassie (una galassia può contenere 200 miliardi di stelle; pensate a quanti pianeti!);

-poi  in essa, tra i tanti, vediamo il nostro sistema solare (Sole Giove Venere Marte, Terra…);

-ed infine ecco l’uomo sulla Terra.

                                             

 

(continua)

 

  pag precedente   -   pag seguente  - Indice rifless. bibliche  -  Home

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica sono scritti NON PROFIT, senza fini di lucro, per il solo studio biblico personale di chiunque lo desideri - vedi AVVERTENZE