Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

DIO PADRE, DIO FIGLIO, DIO SPIRITO SANTO

Prima di parlare di “Trinità” ricordarsi di essere umili

Di Renzo Ronca – 3-9-11

 

 

Ogni volta che parliamo di Dio, di Gesù o dello Spirito Santo, dobbiamo fermarci un attimo e cercare prima l’umiltà(1);  infatti ci avviciniamo ad un concetto di “unità composta” che non ci è proprio.

 

 

La nostra mente umana è come uno spazio limitato e circoscritto. Disegniamo per esempio un cerchio che la raffiguri:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come potrebbe comprendere(2), come potrebbe entrare in quel piccolo cerchio l’Eternità di Dio?

 

 

 

E’ evidente allora che quando parliamo dell’Essenza Divina dobbiamo accettare in partenza il fatto che possiamo trattare solo un abbozzo razionale imperfetto.

Dicevamo dell’”unità composta”:

 

Come abbiamo visto altrove la lingua ebraica ha delle profondità che l’italiano non ha. “Elohim” (Dio) per esempio è un plurale, ed il verbo che lo segue è espresso al singolare.

 

“Quando nell’AT si vuole indicare “unicità” si usa il numerale “yachid” (uno); esempi: riferimento di Dio all’unico figlio di Abramo (Gen. 22:2,12,16) (‘et yechid-ka) ecc.

Quando invece vuole indicare una “unità composta” usa l’aggettivo numerale “‘echad” (uno); esempi Gen. 1:5 sera e mattina formano un giorno; Gen 2:24 l’uomo e la donna uniti in matrimonio formano una sola carne”(3)

 

“C’è un altro brano che toglie  ogni dubbio circa la pluralità di Dio. Si tratta della dichiarazione di fede del popolo ebraico: lo shemà. La parola ebraica shemà, vuol dire “ascolta” e il brano, contenuto in Deuteronomio 6:4, recita come segue: "Shemà Israèl, Adonài Eloènu, Adonài ehàd" cioè: "Ascolta Israele, il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno" Il termine ebraico ehàd, tradotto in Italiano con "uno", o "unico", come fanno alcune versioni, si ritrova nel libro della Genesi nell'episodio in cui Adamo ed Eva sono uniti in matrimonio:

"Perciò l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e saranno una sola persona". (Gn.2:24)

Il vocabolo tradotto con "una sola persona" è ehàd, esattamente lo stesso termine usato nello shemà per indicare che Dio è uno. Adamo ed Eva, sebbene unendosi siano diventati uno, sono rimasti comunque due persone distinte. Ehàd è un termine che a differenza del vocabolo iahid, non indica un uno assoluto, monolitico, ma composito. Una penna formata da un cappuccio, da un corpo, da una cartuccia d'inchiostro e da un pennino, quando è assemblata è ehàd, cioè un tutt'uno composto di più parti. In pratica lo shemà afferma che Adonài è Dio, e che è un'unità formata da una pluralità di persone, come lo sono una coppia di sposi o una famiglia.”(4)

 

Ecco allora che, come dicono alcuni studiosi, parlando di Dio dovremmo parlare di “Dio Padre”, “Dio Figlio” e di “Dio Spirito santo”; un insieme incommensurabile(5) composto da queste tre Persone eterne, a loro volta incommensurabili.

 

Di tutto questo possiamo parlarne razionalmente, ma è bene essere consapevoli che solo alla fine dei tempi potremo vedere e sapere, secondo come è scritto:

"Poiché ora vediamo come in uno specchio, in modo oscuro; ma allora vedremo faccia a faccia; ora conosco in parte; ma allora conoscerò pienamente, come anche sono stato perfettamente conosciuto". (1Corinzi 13:12)

(continua)

 

 

 

 

 

 


 (1)Umile: dal lat. humĭlis «poco elevato da terra», derivato di humus «terra», Poco elevato da terra, basso. (Treccani)

 (2)Comprendere: Contenere in sé, abbracciare, racchiudere (Treccani)

 (3) Diz. Dottrine Bibliche ADV.

(4) Tratto da “Israele la Sposa del Messia” di Roberto Sargentini

(5) Incommensurabile: Che non è possibile misurare conoscere rapportar. Incalcolabile, infinito, immenso.

 

Correlazioni:

 

L’Uno plurale

 

Elohim e Dio sono la stessa cosa?

 

L’invidia di Caino (Satana spezzò il concetto di unità  familiare plurale "noi" ,  innescando un ragionamento al singolare “io”)

 

 

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE