Bollettino libero cristiano evangelico  dell'Associazione ONLUS  "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

 

CONSACRARE LA MENTE - 2

Di Renzo Ronca – 9-10-10

 

Romani 12:2 - Non conformatevi a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà.

 

 

 

 

 

 

(seguito)   

[attenzione: la riflessione seguente, pur essendo breve, va a toccare punti di una certa profondità che meritano calma e parecchie soste nella lettura. Vorrei raccomandare a quei frequentatori del web abituati a scorrere velocemente, di non essere sbrigativi]

 

 

Vediamo subito che in Romani 12:2 “Non conformatevi a questo mondo […]” indica che il cristiano non può pensare ed agire come purtroppo pensa ed agisce la gente presa da questo sistema in cui viviamo.

Cerchiamo allora di non farci prendere dagli ideali (falsi) propagandati dalla televisione, aspiriamo invece alle cose elevate di Dio (“sante”); così pure noi, pensando all’Eterno che è “Santo”, Gli assomiglieremo sempre più in qualche modo, come ad esempio nel voler indirizzare i pensieri verso il bene comune.

Il “bene comune” è la grazia della Chiesa e dei fratelli (una serenità e pace interiore nell’attesa del ritorno di Gesù); non è la soddisfazione di ognuno di noi in base ai nostri sensi (mangiare, divertirsi, fare soldi, ecc).

 

“ …ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente,…”

 

La mente dunque si può rinnovare, ma come fa a rinnovarsi?

 

In verità la mente è un meccanismo complesso e mobile, in continua attività.

 

L’attività continua significa che in ogni caso, volenti o nolenti, la mente si muove, si cambia, si trasforma, si rinnova, sia verso il bene che verso il male.

La scelta della direzione tra bene e male dipenderà da noi.

Se io per esempio contemplo una scena di violenza e mi immedesimo in quello che vedo e che sento, io pure dopo un po’ sentirò in me stesso pensieri aggressivi di violenza; se prendo l’abitudine a queste scene violente la mia mente trasformerà sempre più la mia persona ad avere un carattere violento ed aggressivo, che è il contrario di quello che ci insegna il Signore:

“Egli non griderà, non alzerà la voce, non la farà udire per le strade.” Isaia 42:2

 

Lo stesso ragionamento si applica a qualsiasi cosa contempliamo a lungo.

Con questo ragionamento allora, noi possiamo educare la nostra mente portandola a contemplare per esempio gli insegnamenti di Dio.

 

2Corinzi 3:18 - E noi tutti, a viso scoperto, contemplando come in uno specchio la gloria del Signore, siamo trasformati nella sua stessa immagine, di gloria in gloria, secondo l'azione del Signore, che è lo Spirito.

 

Più contempliamo il Signore e più assomiglieremo a Lui, in virtù dello Spirito di Dio che fluisce da Lui a noi plasmandoci.

 

Questo partecipare alla creatività divina che agisce in noi è un dono grande perché ci permette di acquisirne la consapevolezza. Noi cioè facciamo esperienza di ciò che impariamo per rivelazione.

 

Romani 12:2 - Non conformatevi a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà

 

Allora consapevoli per grazia di Dio e dei Suoi pensieri, che diventano anche direzione nostra, ecco che possiamo finalmente comprendere la volontà di Dio. Una volontà di bene che in Lui non è solo volontà come “intenzione-di”, ma è “volontà creativa”, cioè mentre “pensa”, mentre “vuole” fare una cosa, la cosa si compie.

 

Ecco dunque che noi, tramite la nostra consacrazione, inseriti meravigliosamente in questo miracolo potente e misterioso della continua creatività di Dio, possiamo portare questo “plasmare”, in attività pratica concreta nelle azioni di ogni giorno.

A somiglianza di Dio che crea continuamente, noi siamo spinti a realizzare nella vita terrena opere intelligenti e colme d’Amore (Amore di Dio = la chiave della vita) in linea con la Sua volontà.

 

Ricapitolando, la nostra mente dunque offrendosi a Dio nella consacrazione, si rinnova continuamente in Cristo, facendone esperienza, secondo lo Spirito di Dio. Tale esperienza spirituale rinnova anche la nostra personalità. La personalità terrena si esprime soprattutto in attività pratica, in opere, in comportamento adeguato, conseguente alla maturazione spirituale in atto,  secondo il modello creativo di Dio. Il modello meraviglioso (“Dio creò l'uomo a Sua immagine..” Gen 1:27) si applica mirabilmente sempre più in ciascuno di noi quando cerchiamo la santificazione/consacrazione.

 

      Pag precedente  - Indice studi biblici Home  

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE