Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

RICORDANDO REX, IL NOSTRO GRANDE AMICO BUONO

RR-10-9-14-h.12,30

 

 

Diversi anni fa, durante le feste di fine anno,  io caddi da un muro impigliandomi in alcune parti metalliche e ferendomi abbastanza gravemente. Il Signore però mi aiutò e guarii presto all'ospedale. Le mie figlie mi venivano a trovare tutti i giorni e la sera, quando era buio, tornavano da sole nella nostra casa che si trova in campagna, abbastanza isolata. Il cancello a quel tempo non era elettrico e bisognava scendere dalla macchina per aprirlo. Una di quelle sere una grossa bestia nera si affacciò silenziosa al finestrino: era un cane di taglia grossa, ma affettuoso. Quando le ragazze si ripresero dallo spavento videro che il cane aveva un comportamento amichevole, così gli diedero del cibo che subito divorò in un boccone. Lasciarono il cane al cancello per qualche giorno; lui le aspettava scodinzolava le salutava amichevole e faceva la guardia alla casa; le ragazze gli portavano da mangiare. MI portarono le foto e vedendo che l'animale senza collare e sembrava abbandonato, era buono, e restava lì senza più andar via, mi chiesero se potevano farlo entrare. Loro interpretarono l'arrivo di questo grosso cane-orso-buono come una protezione della famiglia in un momento in cui ero all'ospedale.

Lo prendemmo con noi e lo chiamammo Rex per il suo aspetto imponente e dai modi eleganti, leali, quasi "signorili". Ci dissero che era un pastore belga di media età abbandonato; non aveva microchip.

Rex è stato sempre buono e protettivo con noi. Ubbidiente in tutto, intelligente, silenzioso, affezionato, quando ci leccava una mano sembrava una coperta calda bagnata. Con lui la nostra casa è stata sempre al sicuro. Non abbaiava quasi mai, ma di fronte a qualche passaggio di estranei davanti al cancello si faceva subito trovare lì, con le orecchie dritte, seguendoli con lo sguardo penetrante e poco rassicurante. Se poi qualche sconosciuto si fermava, faceva un abbaio o due molto possenti che erano sufficienti a far capire tutto.

Nel corso degli anni Rex ha avuto una compagna Kyra ed una cucciola Milly.

Questa mattina il mio caro amico, vecchio buon Rex, ci ha lasciato. Ha aspettato forse l'alba per salutarci, poi si è lasciato andare tra le carezze di mia figlia.

 

Sappiamo che Dio ha sempre avuto considerazione per gli animali, non solo perché li ha creati ma anche perché se ne è preso cura: pensate alla salvezza degli animali nell'arca con Noè;  oppure all'episodio di Ninive, la grande città che rischiava di essere distrutta! (1)  Pensate all'asina a cui Dio diede persino la possibilità di parlare, quando vide l'angelo dell'Eterno con la spada sguainata ed ebbe più saggezza di Balaam! (2)

Nella Bibbia si parla molto degli animali (3).

 

In considerazione di questa benevolenza del Signore verso gli animali, nella mia commozione ed ignoranza umana ho ringraziato Dio per averci mandato Rex tanti anni fa, che ci ha voluto bene, e noi a lui.

 

Ovviamente non so come sarà l'eternità né se nella vita dei risorti sarà contemplata la vita animale e vegetale, solo Dio lo sa, lode al Suo Nome;  tuttavia, se così fosse, sarebbe bello pensare alla compagnia di un amico come il fedele e buono Rex.

 

 

 

 

 

 

NOTE

(1) Giona 3:6-7 "E poiché la notizia era giunta al re di Ninive, questi si alzò dal trono, si tolse il mantello di dosso, si coprì di sacco e si mise seduto sulla cenere.Poi, per decreto del re e dei suoi grandi, fu reso noto in Ninive un ordine di questo tipo: «Uomini e animali, armenti e greggi, non assaggino nulla; non vadano al pascolo e non bevano acqua;"  Giona 4:11 "(L'Eterno disse a Giona: )"...e io non avrei pietà di Ninive, la gran città, nella quale si trovano più di centoventimila persone che non sanno distinguere la loro destra dalla loro sinistra, e tanta quantità di bestiame?"..

 

(2) -Numeri 22:22-35 - 22 Ma l'ira di Dio si accese perché egli era andato; e l'angelo del SIGNORE si mise sulla strada per ostacolarlo. Balaam cavalcava la sua asina e aveva con sé due servi. 23 L'asina vide l'angelo del SIGNORE che stava sulla strada con la spada sguainata in mano, svoltò e prese la via dei campi. Balaam percosse l'asina per rimetterla sulla strada. 24 Allora l'angelo del SIGNORE si fermò in un sentiero incavato che passava tra le vigne e aveva un muro di qua e un muro di là. 25 L'asina vide l'angelo del SIGNORE; si strinse al muro e schiacciò il piede di Balaam contro il muro; e Balaam la percosse di nuovo. 26 L'angelo del SIGNORE passò di nuovo oltre, e si fermò in un luogo stretto dove non c'era modo di voltarsi né a destra né a sinistra. 27 L'asina vide l'angelo del SIGNORE e si sdraiò sotto Balaam; l'ira di Balaam si accese ed egli percosse l'asina con un bastone. 28 Allora il SIGNORE aprì la bocca dell'asina, che disse a Balaam: «Che cosa ti ho fatto perché tu mi percuota già per la terza volta?» 29 Balaam rispose all'asina: «Perché ti sei fatta beffe di me. Ah, se avessi una spada in mano, ti ammazzerei all'istante!» 30 L'asina disse a Balaam: «Non sono forse la tua asina che hai sempre cavalcato fino ad oggi? Sono forse solita farti così?» Ed egli rispose: «No». 31 Allora il SIGNORE aprì gli occhi a Balaam ed egli vide l'angelo del SIGNORE che stava sulla strada, con la sua spada sguainata. Balaam s'inchinò e si prostrò con la faccia a terra. 32 L'angelo del SIGNORE gli disse: «Perché hai percosso già tre volte la tua asina? Ecco, io sono uscito per fermarti, perché la via che percorri è contraria al mio volere. 33 L'asina mi ha visto e per tre volte ha deviato davanti a me. Se non avesse deviato davanti a me, io ti avrei ucciso all'istante, ma lei l'avrei lasciata in vita!» 34 Allora Balaam disse all'angelo del SIGNORE: «Io ho peccato perché non sapevo che tu ti fossi messo contro di me sulla strada; e ora, se questo ti dispiace, io me ne ritornerò». 35 L'angelo del SIGNORE disse a Balaam: «Va' pure con quegli uomini; ma dirai soltanto quello che io ti dirò». E Balaam andò con i prìncipi di Balac.

 

(3) Per chi volesse approfondire l'argomento ho trovato in internet questi due link che mi sembrano ben fatti: Gli animali nel pensiero di Dio:  Dio ama animali http://www.ilcristiano.it/articolo.asp?id=47  - caratteristiche http://www.ilcristiano.it/articolo.asp?id=64 . Per chi è cattolico vorrei ricordare l'atteggiamento di Francesco d'Assisi che prendeva alla lettera quel "predicate il Vangelo ad ogni creatura", e , secondo la leggenda predicava persino agli uccelli (dipinto di Giotto) o al "lupo di Gubbio".

 

 

 

 Indice "spazioaperto" - Home

 

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE