Bollettino libero cristiano evangelico  dell'Associazione ONLUS  "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

LO STATO DI ATTESA

Di Renzo Ronca 13-9-09

 

 Matt:24:36-51  -   44 Perciò, anche voi siate pronti; perché, nell'ora che non pensate, il Figlio dell'uomo verrà.

 

 

Pensavo al mio primo amore; ero molto giovane e arrivavo con molto anticipo  agli appuntamenti in un giardinetto con della panchine, in una bella zona aperta di Roma. Avevo lo sguardo fisso verso una strada in lontananza da cui sapevo che lei sarebbe arrivata. A volte portavo una rosa, a volte niente, ma ero così proteso verso quella strada e così contento al pensiero che tra poco l’avrei potuta riabbracciare che il traffico e la gente attorno a me li notavo appena.

Avevo una fortissima motivazione per stare lì: il mio unico desiderio era lei e pregustavo il momento in cui l’avrei vista spuntare. Gli altri pensieri della giornata c’erano ma erano insignificanti rispetto a quella dolce e forte attesa.

 Aspettare che Gesù ci venga a prendere è qualcosa di simile o almeno così dovrebbe essere. Non a caso il Signore ha fatto l’esempio del promesso sposo che torna mentre la promessa sposa si sta preparando. Pensate ai pensieri della promessa sposa. Si potrebbe scrivere un libro su quello che prova: desiderio, preoccupazione di non essere trovata pronta, preoccupazione per non sentirlo arrivare, timore per quelle ore che passano.. “Non si sarà dimenticato di me? Gli piacerò ancora? Andrà bene questo vestito?”

 Se domandassimo alla sposa un’opinione sull’aumento del prezzo delle carote al mercato probabilmente ci guarderebbe sorpresa dicendo “Cosa? Ma di che stai parlando?”

 Ecco, torniamo a noi oggi. Come aspettiamo il ritorno dello Sposo-Gesù? Noi come Sposa-Chiesa e noi individualmente come anime promesse al rapimento, come aspettiamo il nostro Signore?

 A volte accenno al ritorno di Gesù anche a cristiani credenti e vedo quello sguardo delle carote di prima “Eh? Che ritorno? Ma di che stai parlando?”

 A volte io stesso vengo distratto dalle preoccupazioni giornaliere e dimentico che oggi potrebbe essere il momento in cui Gesù torna.

 

Indice riflessioni in pillole   -   Home

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE