Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

 

“FORTIFICATEVI NEL SIGNORE E NELLA FORZA DELLA SUA POTENZA” (Efes 6:10)

 di Renzo Ronca - 25-5-15 - h. 18,45

 

 

 

 

 

Questo versetto tratta dell’esortazione iniziale dell’apostolo ai credenti, mostra cioè l’obiettivo di tutta la spiegazione successiva dell’armatura da indossare. Si può inquadrare tutto il passo di Efesini 6:10-20 in questo modo: [1]

COSA deve fare il credente? Fortificarsi nel Signore (v.10)

COME può fortificarsi il credente? Indossando la COMPLETA armatura di Dio (v.11a)

PERCHE’ deve indossarla? Per difendersi dalla strategia del diavolo (v.11b-13)

 

Il versetto raccomanda due modi di rafforzarsi: nel Signore e nella forza della Sua potenza. Si tratta per l’apostolo Paolo di due fonti distinte di rafforzamento.

 

“Fortificatevi nel Signore…”: è un ricevere forza e consolazione direttamente dalla persona del Cristo Risorto quando ci si unisce a Lui spiritualmente.  «Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo. Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto e umile di cuore; e voi troverete riposo alle anime vostre; poiché il mio giogo è dolce e il mio carico è leggero». (Matt 11:28-30). E’ la vicinanza con Gesù che possiamo cercare e provare nei momenti di preghiera e adorazione personale, quando il Suo amore ci avvolge. Al termine di questi meravigliosi momenti non saremo più gli stessi perché il Signore ci avrà calmati, guariti, addolciti e resi molto più forti per vivere.

 

“…e nella forza della Sua potenza”: Gesù aveva ricevuto dal Padre “ogni autorità” (Matt 28:18) e la manifesta perdonando i peccati, guarendo dalle malattie, liberando dagli spiriti maligni, ecc. Gesù poteva far partecipare i discepoli  dando anche a loro autorità (Mar 3:15). [2]

Partecipare dunque alla potenza di Cristo ritengo significhi essere riempiti della potenza dello Spirito Santo per i meriti di Gesù, facendo nel Suo nome opere secondo la volontà del Padre.

 

“Ma quelli che sperano nell'Eterno acquistano nuove forze, s'innalzano con ali come aquile, corrono senza stancarsi e camminano senza affaticarsi”. (Isaia 40:31)

  

 

[1] Suddivisione suggerita dal Commentario “Investigare le Scritture”

[2] Dizion. Biblico GBU

 

 

Indice riflessioni in pillole   -   Home

 

per partecipare scrivi a mispic2@libero.it

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE