Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

"PRENDETE LA VERITA' PER CINTURA DEI VOSTRI FIANCHI" (Efes. 6:14a)

di Stefania Intartaglia - 12-5-15- h.10,30 - Dalla raccolta P.I.C. "L'armatura del cristiano" n.3

 

  

«...per questo sono venuto nel mondo: per testimoniare della verità. Chiunque è dalla verità ascolta la mia voce». Pilato gli disse: «Che cos'è verità?» (da Gv 18:38)

Pilato pone a Gesù questa domanda, una domanda retorica che non aspetta la risposta e che ci dà l'idea del modo in cui in genere consideriamo la verità.

La verità è per noi relativa: c'è la tua verità e c'è la mia verità.

Per comunicare tra di noi cerchiamo di raggiungere delle verità condivise, altrimenti ognuno sarebbe imprigionato in se stesso.

 

Ma esiste una verità assoluta? Esiste una realtà fuori di noi che non sottostà ai nostri sensi ed alle nostre interpretazioni?

Molti filosofi si sono interrogati su questo: che cos'è la verità e come possiamo conoscerla, ammesso che possiamo conoscerla?

Gesù afferma: «Io sono la via, la verità e la vita» (da Gv 14:6)

Ed è un affermazione molto forte. Gesù dice di essere stato mandato da Dio, di essere Egli stesso Dio, di essere venuto al mondo per ricondurre a Dio chiunque crederà in Lui.

E Dio è verità, è la realtà-in-sé dei filosofi, è l'assoluto che a volte intravediamo nelle crepe del nostro esasperato relativismo.

Una verità che non cambia e che può essere conosciuta nel modo in cui Lui ha stabilito: attraverso Gesù Cristo.

I frammenti della realtà che conosciamo e che ci fanno essere così relativisti proprio perché ognuno di noi vede porzioni diverse della realtà, riacquistano un senso quando li convogliamo nella visione del mondo che Dio ci offre nella Bibbia.

Molti benefici derivano dall'accettazione di tale visione: ritroviamo l'equilibrio e una base d'appoggio indistruttibile, ritroviamo uno scopo ed una direzione, ritroviamo un senso, ritroviamo la pace. E soprattutto ritroviamo Dio.

L'apostolo Paolo, nel descrivere l'armatura del cristiano, ci rivolge questo invito: «State dunque saldi: prendete la verità per cintura dei vostri fianchi» (da Ef 6:14)

La verità ci rende saldi, la verità ci permette di seguire il nostro cammino al sicuro anche in mezzo alle avversità, perché sappiamo come leggere i frammenti della realtà che abbiamo di fronte, sappiamo come inquadrare gli eventi e sappiamo che cosa attendere e dove dirigerci.

Sappiamo che cos'è verità.

 

 

 

 pag precedente   -   pag seguente  -   Indice riflessioni in pillole   -   Home

 

per partecipare scrivi a mispic2@libero.it

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE