Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

LIBERAZIONI DALLE "ACCUSE-DENTRO", DALLE COLPE DEI PECCATI

Di Renzo Ronca – 23-12-14- h.11,15 - (Livello 2 su 5)

 

 

 

Chi ha ricevuto una educazione con poca o nulla gratificazione e molte critiche è logico che abbia poca stima di sé e si senta spesso insicuro. Questa sua fragilità nel carattere potrà essere rafforzata e vinta nella maturità, ma qualche piccola radice penso che rimarrà sempre. Quando questa persona si avvicinerà a Dio, sarà contrastata dall’avversario il diavolo, che agirà proprio su questa radice più debole cercando di colpirla per provocare sofferenza al fine di dimostrare che Dio non lo ama. Su questa sofferenza interiore l’ingannatore lavorerà molto perfezionandola amplificandola e rendendola terribilmente efficace con un atto terribile: l’accusa. L’ingannatore cerca sempre fi infiltrarsi nella coscienza degli uomini e di farsi passare per la voce della verità. Ma la Verità è solo il Signore che non ci accusa mai. Quella parte maligna che dentro ci accusa si può servire dei nostri peccati passati veri o presunti. Può capitare infatti che improvvisamente ci vengano come dei flashback dolorosi sconvolgenti cioè l’irruzione come di lampi di brutte scene accadute nel passato, che ci causano sofferenza e terribili sensi di colpa. Questo tentativo di spaventarci e di accusarci non viene dal Signore e va combattuto!

Come fare? Ricordiamoci sempre il nostro battesimo e la nostra fede!

Invece di sfuggire quel ricordo doloroso, affrontiamolo un attimo elaborandolo alla luce della fede. Noi non siamo più deboli e soli; la persona cristiana che siamo diventati, si rivolga a quella parte estranea che lo accusa (lo spirito maligno che si è infiltrato) e gli dica:

-Gesù Cristo è il mio Signore. In Lui io credo. Si è vero, commisi quel peccato che ho rivisto e fu molto brutto, non lo nego, ma da quando ho accettato Cristo Gesù ogni mio peccato è stato tolto! Non c’è più. Dio non mi accusa; e questo non certo per i miei meriti, perché so bene di non averne, e posso sempre sbagliare, ma per i meriti del Suo Figliolo Gesù, che si è preso i miei peccati e le mie debolezze una volta per tutte! Io sono di Cristo, in pace con Dio, sono salvato, redento! Per l’amore di Gesù che ha versato il Suo sangue per me, ho l’amore di Dio. Dunque tu, spirito estraneo e maligno, devi andartene da me e non infliggermi più alcun male, proprio nel nome e per i meriti di Gesù!-

 

 

 

Indice riflessioni in pillole   -   Home

Rendere partecipi gli altri delle proprie meditazioni sulla Parola del Signore è bene. Mandate gli scritti a mispic2@libero.it  (è richiesta una scheda di autorizzazione alla pubblicazione).

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE