Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

 

 

AD UN SUPERMERCATO

di RR – 8-7-13-h.10,15-(Livello 1 su 5)

 

 

 

 

 

 

 

 

L’altro giorno ci siamo fermati ad un grosso supermercato dove qualche volta andiamo a fare la spesa ma appena entrati ci siamo accorti che c’era qualcosa che non andava… scaffali mezzi vuoti, banconi deserti, dipendenti dalle facce tirate. Ho chiesto se stavano per chiudere ed in effetti qualcuno mi ha risposto con una serietà molto triste: “stanno decidendo adesso.. è probabile..”.

L’ennesima chiusura in questo periodo così difficile con i lavoratori che non lavoreranno più tanto facilmente.

Mi sono sentito tanto dispiaciuto ed impotente.

Quando senti queste notizie alla TV, tutto sommato sei sempre nel salotto di casa tua e le cose arrivano e passano velocemente, come se non ti appartenessero…. Quando però le vedi direttamente è diverso.

 

Oramai forse è inutile cercare le cause o sentire le chiacchiere dei politici incapaci. Sono stati commessi degli errori in cui i prepotenti e i corrotti hanno la loro colpa, ma anche noi l’abbiamo per averglielo sempre permesso.

Mentre continuano a reclamizzare macchine lussuose (a rate) e noi continuiamo a comprarle (dunque che abbiamo imparato?), ci illudiamo che comunque passi presto questa “crisi”. Che fiducia nel niente!

Viviamo sempre di illusioni e di imbrogli. Però se parliamo alla gente di fede in Dio, di appoggiarsi a Lui, ecco che ti deridono.

Lo so che è difficile parlare di fede adesso che i poveri aumentano, ma se non ci avviciniamo al Signore quando stiamo male quando lo faremo? Prima non ci interessava parlare di Dio perché avevamo tutto, adesso non ne vogliamo sapere perché non abbiamo più niente (e magari Gli diamo la colpa). Quando cresceremo?

Noi occidentali abbiamo sperperato tutto in una vita consumistica al di sopra delle nostre possibilità, e ancora insistiamo? Non solo ma le nazioni “emergenti” che fanno? Seguono la stessa via dell’errore, cercando denaro, denaro, denaro da consumare rapidamente nel lusso di pochi…

Non abbiate fede nel mondo che ti parla di ripresa generica tra un anno tra due anni… è il sistema del mondo che è sbagliato. Occorre fare un esame di coscienza molto più profondo di quanto si pensi.

Ricordati di Dio e torna a Lui. Potrà sembrarti banale, ma è il messaggio di sempre ed è l’unico che parla di salvezza vera.

Io credo nella Sua protezione per me e la mia famiglia. A Lui mi affido ogni giorno. E’ una scelta, non mi interessa come la giudicano gli altri. Confido nel Dio della creazione della Bibbia, che sa salvare chiunque crede in Lui e Lo ascolta. Questo cerco di fare. Torno ogni giorno dal Padre come fece il figliol prodigo, riconoscendo che nella mia autonomia ribelle, nel mio orgoglio, sbagliai; confesso che da solo non sarei in grado di sopravvivere. Così torno a Lui ogni giorno e Lui ogni giorno rinnova il Suo amore per me e la mia famiglia. Che altro ci resta da fare? In chi vuoi confidare se non in Dio? Dagli spazio e Lui saprà condurti.

 

Indice riflessioni in pillole   -   Home

Rendere partecipi gli altri delle proprie meditazioni sulla Parola del Signore è anche dividere il pane di Dio tra fratelli. Mandate pure gli scritti a mispic2@libero.it

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE