Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

 

Il mio miglior amico

  di Matteo Pisano - 7-12-12 - (Livello 1 su 5)

 

 

 

[imm da gesumihacambiatolavita]

 

 

 

 

Salmo 61:1-4

1 O Dio, ascolta il mio grido; sii attento alla mia preghiera. 2 Dall’estremità della terra io grido a te, mentre il mio cuore si strugge; conducimi tu alla rocca che è più alta di me, 3 perché tu sei stato un rifugio per me è una torre fortificata davanti al nemico.

 

 

Tra la persone c’è l’abitudine di scaricare i propri problemi gli uni agli altri, confidarsi con gli amici o con i parenti perché ci sembra che parlandone questi svaniscono e sembriamo anche ricevere un momentaneo conforto e più ci sfoghiamo e meglio stiamo, ma ecco che quando siamo di nuovo da soli e non abbiamo più nessuno con cui parlarne i soliti problemi riaffiorano e tornano ad opprimerci.

 

Altre volte invece può succedere che la persona con cui ci siamo confidati va a raccontare in giro le nostre confidenze tradendo la nostra fiducia e andiamo così a sommare ai nostri problemi anche queste delusioni.

 

Se invece di sfogarci con gli altri dessimo ascolto alla voce di Dio, potremmo ascoltare queste parole: “Venite a me voi tutti che siete travagliati e aggravati, ed io vi darò riposo” (Mt.11:28).

 

Per trovare pace ai nostri problemi e al nostro cuore iniziamo a parlare di più con Gesù, raccontiamogli delle nostre difficoltà, delle nostre paure, delle nostre ansie, delle nostre gioie, impariamo ad ascoltare i suoi consigli e a fidarci di più, instauriamo con lui un rapporto sincero di amicizia, confidiamo nel Signore come un amico vero e non come un qualcosa di astratto.

 

Iniziamo anche a credere di più nelle promesse di Dio, gridiamo a Lui con il nostro cuore ed il nostro dolore non Gli passerà inosservato, perché il Signore ci ama e non permetterà che siamo provati oltre le nostre forze.

 

 

 

Indice riflessioni in pillole   -   Home

Rendere partecipi gli altri delle proprie meditazioni sulla Parola del Signore è anche dividere il pane di Dio tra fratelli. Mandate pure gli scritti a mispic2@libero.it

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE