Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

 

L'ANTICONFORMISTA

di Renzo Ronca - (12-12-10) - 8-10-15

 

 

 

L’anticonformista non è solo la persona che si veste in modo strampalato; quello tutt’al più sarà un apparente eccentrico ("fuori dal centro").

Dico “apparente” perché oggi il consumismo fa dell’eccentricità una specie di consuetudine.

Il consumismo è riuscito ad appiattire anche le cose più strane, facendone, ad esempio per il vestiario, un settore specifico della moda. Potremmo dire dunque che non c’è peggiore conformista di quello che vuol vestirsi da anticonformista.

 

La persona veramente anticonformista è quella che ha un “atteggiamento di rifiuto nei confronti di una passiva accettazione di idee, principî, usi e comportamenti convenzionali o comunque prevalenti nella maggioranza” (Treccani). Non è più questione di vestito allora, ma di comportamento e di pensiero.

 

Non confondiamo questa “non accettazione passiva” con la ribellione o la disobbedienza.

 

Il “figliol prodigo” (Luca 15:11-32) fu un ribelle, il fratello fu un conformista. Il vero anticonformista fu il padre, che sfidando la tradizione, decise con un doloroso coraggio di assecondare la scelta immatura del primo figlio. Fu sempre il padre poi che da persona intelligente ed autonoma nel pensiero, lo accolse con amore, senza alcuna punizione.

 

Non è per niente facile essere coerenti con le idee che ci suggerisce la coscienza cristiana, rispetto ai comportamenti di tutti gli altri, perché potrà capitarci di trovarci da soli ed essere criticati dai “benpensanti” che non sanno fare altro, ma con l’aiuto di Dio ci possiamo provare.

 

Leggiamo queste frasi che seguono con uno spirito nuovo, facendo del nostro meglio per metterle in pratica differenziandoci da tutti gli altri. Se accogliamo lo Spirito di Dio con fede ed umiltà, potremo riuscire sempre più:

 

Se è possibile, per quanto dipende da voi, vivete in pace con tutti gli uomini. Non fate le vostre vendette, miei cari, ma cedete il posto all'ira di Dio; poiché sta scritto: «A me la vendetta; io darò la retribuzione», dice il Signore. Anzi, «se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli da bere; poiché, facendo così, tu radunerai dei carboni accesi sul suo capo». Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene. (Romani 12:19-21)

 

 

Correlazioni

Il ritorno del figlio prodigo QUADRO DI REMBRANDT - Ammiriamolo insieme nei particolari -    http://www.ilritorno.it/fare%20e%20pensare/Pensare/RITORNO%20FIGLIOL%20PRODIGO%20RR.pdf

LA CONVERSIONE UN MISTERIOSO MUTAMENTO INTERIORE AD OPERA DI DIO SOLO -  la parabola del figliol prodigo - Il nostro servire deve inserirsi umile senza protagonismi 

 

 

 

 

 Indice riflessioni in pillole   -   Home

 

 

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE