Bollettino libero cristiano evangelico  dell'Associazione ONLUS  "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

DOMANDE SU SATANA:  E' UN OMICIDA, NON CI DISTRAIAMO DA DIO

di Renzo Ronca - 30-11-09

Domanda: Caro Renzo, avete uno studio su Satana? Se si dove lo trovo? ....Una mia parente cattolica non crede nell'esistenza del diavolo...

 

Risposta:

Studi nel nostro sito specialistici su Satana non ne abbiamo anche perché la Bibbia ne parla in modo indiretto; abbiamo sempre dato per scontato che Satana esistesse veramente, come "essere". Potrai trovare riferimenti “trasversali” ogni tanto, come ad esempio in questi due link: http://www.ilritorno.it/ULTIMI-TEMPI/3_dragone-anticr-falsoprof.htm ; http://www.ilritorno.it/ULTIMI-TEMPI/schema_dove-sat.htm .

Qualcosa in più vorrei comunque dirla:

Uno dei capolavori di Satana sta proprio nel fatto di aver convinto gran parte del mondo della sua non-esistenza. Infatti accettando l’idea di “male” (e negando Satana come persona) si arriva subito a contrapporre anche il concetto di “bene” (negando Dio come Essere). In questo modo l’astuto ingannatore ha ottenuto due risultati: ha nascosto la sua persona all’uomo (rimanendo libero di agire) e ha annullato l’esistenza di Dio (allontanando l’uomo dalla protezione divina e rendendolo vulnerabile ai suoi attacchi).

Si può capire il diffondersi di queste filosofie in ambienti materialisti, senza fede; molto più indigesto invece è ammettere che questa strisciante dottrina perversa si sta espandendo anche dentro le chiese; sia cattoliche che protestanti.

Per le chiese protestanti è difficilissimo fare analisi precise data la varietà delle denominazioni che continuano a non comunicare tra loro (altra vittoria di Satana) ma mi hanno riferito che certi sermoni discutibili sulla non-esistenza del diavolo sono arrivati proprio dalle chiese più storiche. Questo ci dispiace molto.

La Chiesa cattolica invece anche nelle sue contraddizioni, devo dire che sia con Paolo VI ed anche con i recenti papi ha parlato spesso giustamente di Satana come di una persona. Chi è cattolico dunque e la pensa diversamente dovrebbe adeguarsi.

Del resto vedere il diavolo come un simbolo significa vedere poi TUTTA la scrittura in maniera simbolica. A questo punto chi può più fermare il simbolismo? Ogni espressione della Scrittura sarebbe discutibile e occorrerebbe un dizionario filosofico-teologico-psicologico per capirla, senza mai essere certo di aver capito, perché domani potrebbe uscire una interpretazione nuova.

Se noi abbiamo criticato spesso i legalisti che intendono tutto alla lettera soffocando lo Spirito di Dio, dobbiamo anche dire che interpretare tutto come fosse un mito è peggiore, perché toglie la vita alla Parola stessa di Dio, depositando all’uomo la sola capacità di interpretare e guidare; compito, se ci pensate bene, che può essere solo dello Spirito Santo.

A volte studiare Satana non è una spinta utile alla nostra santificazione potrebbe essere solo curiosità, il fascino del nascosto. Evitiamo di andarlo a studiare con eccessiva curiosità perché ciò sarebbe fatale per noi. Il suo nome è Lucifero, un nome bellissimo che significa “portatore di luce” ed all’inizio, quando era con Dio probabilmente era davvero così sfolgorante e bello. Egli è stato cacciato dal cielo ed ha una relativa libertà qui sulla terra, è a capo di molti altri spiriti caduti e non ha perso la sua capacità di affascinare, infatti dice “..Satana si traveste da angelo di luce.” (2 Cor 11:4); sa dunque come tentarci. Ci riuscì la prima volta con Eva ed Adamo e ci riuscirebbe sempre se non fossimo protetti da Dio. Non siamo dunque tanto superficiali da andarlo a cercare, perché dietro l’apparenza attraente sarebbe come  andare a scoperchiare il sasso per vedere i vermi che sono sotto. Il realismo pure se crudo è necessario perché di lui nella Scrittura è detta una cosa terribile:

 “[…] Egli [Satana] è stato omicida fin dal principio e non si è attenuto alla verità, perché non c'è verità in lui. Quando dice il falso, parla di quel che è suo perché è bugiardo e padre della menzogna” (Giov 8:44 CEI)

Non sappiamo bene a cosa si possa riferire quel “omicida fin dall’inizio” la Bibbia non ce lo spiega ma certo è una affermazione che mostra la vera faccia di Lucifero. Questo per dire di non essere troppo superficiali quando parliamo di lui e di mantenere sempre altissimo il nostro livello di guardia vigilando e confidando in Dio. La nostra salvezza e protezione sta nel confidare sempre in Dio. Non voltiamo lo sguardo da Lui, non ci distraiamo.

 

Indice posta -   Home  

per porre domande scrivere a e-mail: mispic@email.it ;   sarà mantenuta la privacy. ( vedi anche il ns questionario - o il forum )

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE