Sito cristiano evangelico non profit della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare per l'edificazione comune

 

MA GLI ANGELI COME SONO?

- di Renzo Ronca -  Approfondimento del prof. Roberto Sargentini - (1-11-08) - 21-8-17

 

 

DOMANDA: Carissimo Renzo, ho letto la risposta su chi erano i giganti (CHI SONO I GIGANTI DI CUI SI PARLA NEL VECCHIO TESTAMENTO-),   ma scusa come fanno gli angeli a congiungersi con gli umani? gli angeli non hanno sesso, come afferma Gesù quando rispose ai sadducei sulla resurrezione e che appunto il Signore disse che gli uomini non si sposeranno ne avranno donne,ma saranno come gli angeli del cielo.

 

risposta di Renzo Ronca - Caro amico, la tua domanda ha una logica perché Gesù in effetti ha detto:

 Matteo 22:28 Alla risurrezione, dunque, di quale dei sette sarà ella moglie? Poiché tutti l'hanno avuta». 29 Ma Gesù rispose loro: «Voi errate, perché non conoscete le Scritture, né la potenza di Dio. 30 Perché alla risurrezione non si prende né si dà moglie; ma i risorti sono come angeli nei cieli. (anche Mar 12:25)

Ora tentare di dare un risposta esauriente per vedere se gli angeli hanno sesso oppure no, mi pare arduo, tanto che nel corso degli anni questo esempio è diventato sinonimo di cose impossibili (si dice spesso: “discutere di questa cosa è come cercare di capire il sesso degli angeli”), tuttavia se pur brevemente una risposta vorrei tentarla; ma considera che è solo la mia opinione:

1)    Dalle frasi riportate di Marco e Matteo, Gesù non spiega come sono gli angeli ma parla del matrimonio in risposta ad una domanda specifica.

2)    Quando parliamo di “angeli” noi lo facciamo alla maniera umana, terrena; li consideriamo come una razza precisa ed omogenea, con caratteristiche fisiche ben delineate, ma potrebbe non essere così;

3)    sappiamo che essi “differiscono in gloria” tra loro (1Corinzi 15:40-41 Ci sono anche dei corpi celesti e dei corpi terrestri; ma altro è lo splendore dei celesti, e altro quello dei terrestri. Altro è lo splendore del sole, altro lo splendore della luna, e altro lo splendore delle stelle; perché un astro è differente dall'altro in splendore ),   

4)    Sappiamo inoltre che vi sono “diversi cieli”  (2Corinzi 12:2 …. fu rapito fino al terzo cielo) Se vi sono “diversi cieli”, cioè diversi luoghi, e si vi sono diversi tipi di “gloria” si può pensare anche che esistano diverse tipologie di angeli con caratteristiche diverse tra loro;

5)    gli angeli sono comunque creature spirituali e di questo genere di creature dobbiamo ammettere di saperne molto poco;

6)    il corpo dei risorti è particolare (ricorda Gesù risorto che passava attraverso le porte, che poteva mangiare, che poteva assumere diverse forme fisiche, che poteva elevarsi… ecc.) nulla esclude quindi che questo corpo spiritualizzato possa assumere anche forme fisiche come quella umana in maniera completa…

 Concludendo io penso che gli angeli siano creature spirituali e che abbiano diverse possibilità a noi ignote; si può supporre che anche a loro non sia stato tutto permesso, ed abbiano avuto dei limiti, proprio come l’uomo nell’Eden. Uno di questi limiti (salvo missioni di angeli particolari per annunciare o rivelare all’uomo certe cose) potrebbe essere stato quello di non entrare nel “giardino” dell’Eden ovvero, in senso lato, quello di non venire sulla terra, fino a che Dio non avesse dato un ordine diverso.  Essendo TUTTE le creature di Dio nate libere, nulla esclude che alcune di queste creature in aspetto simile a quello umano, abbiano contravvenuto al divieto, proprio come fecero Eva ed Adamo, compiendo un atto che dispiacque all’Eterno.

 

Approfondimento di Roberto Sargentini

Quello degli angeli è un problema arduo. La parola Angelo, che deriva dal greco "anghelos" significa messaggero e nient'altro. Siamo noi che abbiamo definito angeli esseri come i serafini e i cherubini che hanno, a detta della bibbia, delle ali. Ci sono però altri esseri che - sempre noi - definiamo angeli e che sono identici a noi. La bibbia è piena di questi esempi. Gabriele è un angelo, ma solo nel senso che è un messaggero di Dio, ogni altra caratterizzazione è solo frutto della fantasia umana in particolare degli artisti.
Un messaggero di Dio (cioè un anghelos) è un essere che non appartiene a questa terra ma verosimilmente ad un altro pianeta e che - a parte quelli di cui abbiamo parlato - rifiutano il peccato e sono fedeli a Dio. Ma sono esseri viventi come noi, solo che non hanno peccato. Ora non si capisce perché a noi e ad ogni essere del pianeta terra il Signore avrebbe dato - prima della caduta nel peccato - la gioia di avere una famiglia mentre agli altri esseri creati no. E' mia opinione che la frase di Gesù, secondo la quale
"alla risurrezione non si prende né si dà moglie; ma i risorti sono come angeli nei cieli" (Mt. 22:30) va compresa tenendo ben presente qual'era il problema che il Signora stava discutendo con i Sadducei: non se nel regno dei cieli ci si sposa, ma la risurrezione e il matrimonio legato alla legge del levirato.
Secondo questa legge la donna che rimaneva vedova e senza figli doveva sposare il parente più stretto di suo marito e generare dei figli che - secondo quella legge - erano considerati figli del marito defunto. Questi figli avrebbero preso il nome del primo marito ed ereditato i suoi beni. Lo scopo della legge era di evitare che la terra che Dio aveva dato ai casati delle varie tribù andasse ad altri ed il nome del casato scomparisse dalla terra. Gesù dice ai Sadducei (che non credevano alla risurrezione) che questo non sarebbe accaduto ai risuscitati per il semplice fatto che non sarebbero più morti, proprio come gli angeli nei cieli. E' alla legge del levirato che pensa Gesù quando dice quelle cose.
Dio quando ha creato l'uomo e la donna e li ha uniti in matrimonio ordinando loro di unirsi e poi moltiplicarsi, "vide che era molto buono". Sottolineo: molto buono e non buono come disse per gli altri esseri e cose create. Perché mai Dio dovrebbe eliminare una cosa che lui, non noi, ha definito molto buona? perché mai dovrebbe eliminare la sua immagine nell'umanità? Infatti è scritto che Dio fece l'uomo a sua immagine e somiglianza e lo fece maschio e femmina. L'uomo e la donna nel matrimonio sono una rappresentazione della famiglia divina, per lo meno di quei sentimenti che legano il Padre, lo Spirito Santo e il Figlio. Oltretutto, in Malachia, Dio stesso afferma "Io non muto", cioè non cambio opinione. Perché mai dovrebbe cambiarla per qualcosa che oltretutto egli definisce - direi con soddisfazione - molto buono?
Per quanto riguarda gli angeli, certamente sono spiriti. Ma che cosa significa essere spirito? Essi hanno un corpo che, quando appaiono, interagisce con il nostro ambiente. Gesù quando è risuscitato aveva il potere di rendersi invisibile, di apparire all'improvviso passando attraverso i muri. Anche lui era uno spirito? Eppure Tommaso lo ha potuto toccare, Gesù ha mangiato cose concrete davanti ai discepoli.
In pratica aveva un corpo spirituale, come quello degli angeli che apparvero ad Abrahamo e che mangiarono con lui. Penso che la bibbia quando definisce gli angeli "spiriti" voglia dire che essi hanno un corpo che ubbidisce a delle leggi diverse da quelle che regolano i nostri corpi; leggi che mi sembrano più simili a quelle della fisica quantistica e molto molto lontane dalla fisica meccanica che regola i nostri corpi.
Naturalmente, quando quando Gesù tornerà, potremo sapere con esattezza come stanno realmente queste ed altre cose.
 

 

Correlazioni:

41) CHI SONO GLI ANGELI GIA’ CONFINATI NELL’ABISSO? (prof. Roberto Sargentini 26-10-09)

67) I GIGANTI di cui parla la Bibbia - ALCUNI RIFERIMENTI  SCRITTURALI ED IMMAGINI IMPRESSIONANTI (RR ott-08)

66) Chi sono i giganti di cui si parla nel Vecchio testamento? STUDIO di Roberto Sargentini - OTT-08

 

Indice posta - Home

 

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica sono scritti NON PROFIT, senza fini di lucro, per il solo studio biblico personale di chiunque lo desideri - vedi AVVERTENZE