GERUSALEMME CELESTE: PUNTI CARDINALI SENZA SOLE  - RR 20-5-20 (agg.21-5-20)

 

 

DOMANDA: Come si può dare l’orientamento geografico dei 4 punti cardinali delle porte della città santa se non esiste più l’oriente e l’occidente per la mancanza del sole? (cap.21 di Apocalisse)

 

Ap.21:13 Tre porte erano a oriente, tre a settentrione, tre a mezzogiorno e tre a occidente.

Ap 21:23 La città non ha bisogno di sole, né di luna che la illumini, perché la gloria di Dio la illumina, e l'Agnello è la sua lampada.

 

PRIMA DI TUTTO, come dalle pagine precedenti (vedi link in basso) dobbiamo renderci conto che l’apostolo Giovanni sta cercando di trasmettere la visione che ha ricevuto dal Signore di un nuovo sistema di cose; quello vecchio non c’è più. Infatti già dal primo versetto di qs capitolo dice: Ap 21:1 Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, poiché il primo cielo e la prima terra erano scomparsi, e il mare non c'era più.

 

Immaginiamo dunque una persona di duemila anni fa che deve descrivere una città del futuro, che non è situata nel cielo e nemmeno sulla terra, ed in cui si vive in un modo completamente diverso! Visto che deve comunque parlare e scrivere[1] userà il linguaggio e gli esempi che conosce, ma dobbiamo essere consapevoli che non sarà molto corrispondente perché parla di realtà a noi sconosciute.

 

I PUNTI CARDINALI

La domanda del nostro amico lettore “Come si può dare l’orientamento geografico dei 4 punti cardinali delle porte della città santa se non esiste più l’oriente e l’occidente per la mancanza del sole?” è giusta secondo la nostra logica e il ns sistema di orientamento [1a]. Ma è proprio qui che si tocca il centro del mutamento: l’orientamento. L’orientamento sulla terra ha bisogno dei 4 punti cardinali, ma nel nuovo sistema di cose non sarà più così. Giovanni cerca di dircelo come meglio può e dobbiamo capirlo da un insieme di spiegazioni che lui fa, non da un versetto solo. Alla fine il centro del discorso, detto in modo fin troppo semplice,  è che non vi sarà altro orientamento se non Dio soloTuttavia le forme esistono, ed anche le dimensioni, altrimenti non avrebbe parlato di una forma geometrica cubica. Non si sta parlando di ectoplasmi e spiriti vaganti come nuvole. E allora come conciliare un mondo dove ci sono le forme, che possono avere consistenze tangibili, ma non ci sono i nostri riferimenti consueti (Nord Sud Est Ovest)? Ci sarebbe praticamente impossibile.

Abbiamo solo qualche vago esempio misterioso in certe caratteristiche del nuovo corpo di Gesù risorto, che in un certo qual modo esprime una sintesi della nuova vita. Quel corpo glorioso era tangibile, cioè si poteva toccare come fece Tommaso, poteva mangiare, aveva una memoria perché poteva mostrare i segni del suo passato (le cicatrici sulle mani) ma era anche di una sostanza diversa dal nostro corpo terreno, perché poteva comparire in luoghi chiusi [1b] ed anche scomparire [1c]. Un corpo che dà quasi l'idea di  "attraversare" in qualche modo la nostra materia, come se si materializzasse da un'altra dimensione sconosciuta. Oggi si farebbero degli esempi complessi basati sulla trasformazione dell’energia nelle dimensioni temporali, ma non spiegherebbero comunque la pienezza del nuovo sistema di vita a cui aneliamo. Ammettiamo dunque la nostra limitatezza. Le nostre domande sono come quelle dei nostri figli quando da piccolini ci chiedevano ma come fanno i pesci a non affogare? Come mai la luna non cade? Nella maturità il nostro Padre ci darà tutte le risposte; per ora in qs sistema terreno tridimensionale limitato, non abbiamo i mezzi necessari.

 

Per avere solo una vaga idea delle nostre limitatezze può essere utile vedere il ns “LE DIMENSIONI E IL TEMPO - CONSAPEVOLEZZE DELLA NOSTRA LIMITATA REALTÀ PRIMA DI PARLARE DEL TEMPO DI DIO E DEL RITORNO DI GESÙ” in qs link: http://www.ilritorno.it/studi_bibl/147_dimens.htm  che è stato aggiornato recentemente (con l’aiuto di un lettore che preferisce rimanere anonimo e che ringrazio). Dall’esempio di qs paginetta appena citata si vede come l’eventuale impronta di una persona tridimensionale potrebbe gettare nello sconcerto degli ipotetici esseri bidimensionali. Ebbene, noi pensando a qs nuovo sistema di vita del futuro, siamo in una condizione simile: così come loro così “piatti” (bidimensionali) non avevano idea di cosa fosse la terza dimensione, così noi oggi non abbiamo idea di come sia e come possa vivere un corpo risorto nel nuovo sistema di cose.

Giovanni era un uomo come noi e non aveva un linguaggio adatto. Sforziamoci di capirlo al di là della lettera delle parole.

 

LA MANCANZA DEL SOLE

 

Punto di vista simbolico: Nel Santuario di Israele[2] l’ingresso era ad Est. Questo significava voltare le spalle al sole, un idolo molto comune a quei tempi. Secondo i commentatori biblici questo indica un voltare le spalle ad ogni idolo.

Ap 21:23 La città non ha bisogno di sole, né di luna che la illumini, perché la gloria di Dio la illumina, e l'Agnello è la sua lampada. 24 Le nazioni cammineranno alla sua luce e i re della terra vi porteranno la loro gloria. 25 Di giorno le sue porte non saranno mai chiuse (la notte non vi sarà più); 26 e in lei si porterà la gloria e l'onore delle nazioni. 27 E nulla di impuro, né chi commetta abominazioni o falsità, vi entrerà; ma soltanto quelli che sono scritti nel libro della vita dell'Agnello.

 

Punto di vista letterale e astronomico: Il nostro sole non durerà in eterno. Gli scienziati sono concordi nel dire che prima o poi si spegnerà. Essendo l’universo in movimento (pare in espansione), ed essendo le stelle sottoposte a delle leggi e collassi, è facile immaginare che anche il ns sistema solare non sarà eterno ma dovrà subire enormi cambiamenti che inevitabilmente riguarderanno anche la terra. L’Apocalisse dà per scontato il superamento di questo sistema non solo solare, ma anche universale. Non credo ci sia da meravigliarsi. In fondo cosa ci sia dietro l’apertura dei buchi neri non lo sappiamo. C’è chi ha ipotizzato altri universi.

 

Comunque per ora rimaniamo sull'idea che l'unico riferimento nella nuova vita sarà Dio. Il resto si scoprirà.


 


[1] “Scrivi” è un invito ricolto a Giovanni undici volte nell’Apocalisse.

 

[1a] Un lettore a qs proposito scrive che ci si potrebbe orientare anche senza sole prendendo altri riferimenti, in mancanza di quelli naturali si potrebbero prendere quelli artificiali infatti gli aerei una volta usavano un sistema di navigaz. basato su onde radio a bassa freq. detto LORAN (Long Range Navigation), che oggi è stato sostituito con il GPS (Global Positioning System) basato su una rete di satelliti in orbita. Ma alla fine io credo che il discorso importante resta sempre che nel nuovo sistema di cose i riferimenti cambieranno completamente.

 

[1b] Giovanni 20:19 La sera di quello stesso giorno, che era il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, Gesù venne e si presentò in mezzo a loro, e disse: «Pace a voi!» ; Giovanni 20:26 Otto giorni dopo, i suoi discepoli erano di nuovo in casa, e Tommaso era con loro. Gesù venne a porte chiuse, e si presentò in mezzo a loro, e disse: «Pace a voi!»

 

[1c] Luca 24:31 "Allora i loro occhi furono aperti e lo riconobbero; ma egli scomparve alla loro vista"

 

[2] Vedi nella risposta precedente i riferimenti al santuario nell’Esodo:  PERCHE' UNA FORMA CUBICA PER LA GERUSALEMME CELESTE?

 

 

 

 Pag precedente   -   Pag seguente  -  Indice posta - Home

Per domande o chiarimenti scrivere a  mispic2@libero.it   

Per la privacy non indicheremo nome o dati di chi ci scrive (salvo autorizzazione diretta)