Sito cristiano evangelico non profit della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare per l'edificazione comune

 

ANGELI: CHI SONO E COME AGISCONO SECONDO LA BIBBIA - di Renzo Ronca - 28-11-17

Guido Reni - XVII sec. - Arcangelo Michele

 

DOMANDA: "Salve, mi è capitato di partecipare  a delle riunioni di preghiera dove frequentemente persone che servono la chiesa a livello di intercessione prendevano parola descrivendo visioni di angeli che volevano offrirci determinati elementi, invitandoci ad accettarli spiritualmente. Sinceramente il sentire parlar di angeli al interno di una chiesa evangelica mi ha sorpreso e mi chiedo se sono ignorante al riguardo ( il che è possibile sono giovane nella fede). Come agiscono gli angeli rispetto a noi uomini?"

 

RISPOSTA: Buongiorno. Anche se come dici sei “giovane nella fede” mostri intelligenza e saggezza perché di fronte ad un invito dottrinale poco chiaro da parte di alcuni servitori della tua chiesa, non lo hai accettato passivamente, ma stai cercando chiarimenti per vedere se veramente corrisponde alla volontà di Dio ed alle Scritture bibliche. Brava, vorrei che fossero tutti come te.

Ma entriamo subito nella prima parte dell’argomento: Che si parli di angeli di Dio nelle chiese non è un male, purché lo si faccia per l’edificazione della Chiesa di Gesù e non per dare gloria agli angeli. La tua frase “i servitori della chiesa prendevano parola descrivendo visioni di angeli che volevano offrirci determinati elementi, invitandoci ad accettarli spiritualmente” è generica e non è sufficiente per esprimere una valutazione (quali visioni? Che tipo di elementi?). Sull’invito ai fedeli ad accettare tali “elementi” e a “seguirli” rimango un po’ perplesso.  In linea di massima i servitori di Dio conducono le anime a Dio Padre, a Dio Figlio a Dio Spirito Santo; non portano i fedeli a seguire indicazioni di angeli. Tuttavia ripeto, non ho sufficienti dati per poter esprimere una opinione precisa. Certa è una cosa: con quelle espressioni in preghiera (di intercessione? Intercessione rivolta a chi? a favore di chi?) questi servitori di Dio hanno evidentemente causato nella tua comunità più dubbi che certezze se tu sei qui ora a chiedere spiegazioni. Mi permetto in tutta umiltà di consigliare i responsabili delle chiese che conducono preghiere o insegnamenti ad usare parole semplici, brevi, comprensibili da tutti, e strettamente coerenti con la Scrittura. Non confondiamo le anime. L’invito ad accettare “suggerimenti” da parte di angeli è molto pericoloso per chi ha un fedele semplice (come la maggior parte dei fedeli in una comunità) perché vi sono due tipologie di angeli: quelli di Dio e quelli di Satana (definiti generalmente “angeli caduti” (o “decaduti”)  e che stanno aumentando la loro attività ingannatrice perché i tempi della loro fine si avvicinano) e non tutti i credenti sono in grado di capire e fare discernimento. L’epoca in cui viviamo vedrà molte aperture a visioni e rivelazioni da parte di presunti “angeli” (che invece sono demoni), e sarebbe opportuno introdurre nelle chiese studi appositi per far orizzontare i fedeli dando loro i mezzi di giusta rflessione.

Detto questo, passiamo al secondo punto: “Come agiscono gli angeli rispetto a noi uomini?” Questa è una domanda di ampio respiro e meriterebbe una risposta più esauriente di quanto possiamo dare qui sinteticamente. Comunque per avere una idea su  come agiscono gli angeli di Dio basterebbe vedere sulla Bibbia come hanno agito fino ad oggi e poi vedere in Apocalisse come agiranno in futuro. Dico questo perché gli scritti intorno agli angeli in internet e nelle librerie sono tantissimi e tutti affascinanti, ma la loro base non è sempre la Bibbia, purtroppo si fonda su tradizioni e scritti apocrifi, che con la nostra Sacra Scrittura hanno poco a che vedere. La prima cosa da fare è dunque di osservare la loro attività nei confini di quanto espresso dalla Bibbia (Vecchio e Nuovo Testamento canonico, cioè secondo il cannone ebraico ed evangelico, non secondo quello cattolico che accoglie anche gli apocrifi).

Cerchiamo ora di comprendere meglio chi sono gli angeli e come agiscono e come noi dobbiamo comportarci verso di loro.

Chi sono gli angeli di Dio – Anche se tutti partono dal significato della parola “angelo” che è “messaggero” o ministro, possiamo pensarli comunque come creature di Dio che sono nell’universo ma soprattutto vicino al trono di Dio. A parte la parola “Angelo di Dio” che nella Bibbia indica molte volte un esecutore o una manifestazione di Dio stesso, gli angeli sono creature spirituali REALI che appaiono quasi sempre in forma umana, che hanno svariati compiti e sono divisi per diverse categorie. Erano testimoni gioiosi all’atto della creazione (Giob 38:7); il trono di Dio è circondato da miriadi e miriadi di angeli (Ebr 12:22; Apoc 5:21; ecc); gli angeli sono anche accampati invisibili attorno a quelli che temono Dio (Sal 34:7; Gen 28:12; 48:16; 2 Re 6:17; Is. 63:9); si rallegrano per ogni peccatore che si pente (Lc 15:10); ammirano con interesse l’opera redentrice di Cristo desiderosi di sondarne il mistero (1 Pt 1:12; 1 Tim 3:16; Efes 3:10) [desiderano conoscere l’opera di redenzione, perché tra loro chi ha peccato (cioè gli angeli caduti, che sembrano essere un terzo di tutti gli angeli. Apoc 12:3-4) lo ha fatto nella piena luce di Dio, consapevolmente, e sono pienamente responsabili. Per questi angeli caduti non c’è redenzione né salvezza]. Gli angeli hanno una propria intelligenza e morale (Matteo 24:36 / 25:31); il loro carattere è atto al servizio di Dio, infatti sono ubbidienti e santi (Salmo 103:20 / Luca 9:26). Essi sono immortali (Luca 20:35-36) e numerosissimi (Daniele 7:10 / Luca 2:13 / Ebrei 12:22).

Gli angeli sono associati al dono della Legge (Atti 7:53; Gal 3:19; Eb 2:2); hanno ruoli di grande potenza offensiva anche militare implicata in Gen 32:1-2; 1 Re 22:19; resa esplicita in Giosuè 5:13-15. Parteciperanno probabilmente al giudizio finale (Matt 16:27; Mar 8:38; 13:27; Lc 12:8-9; 2 Tess 1:7-8); Avranno una parte significativa nel rapimento dei credenti: “E manderà i suoi angeli con gran suono di tromba per riunire i suoi eletti dai quattro venti, da un capo all'altro dei cieli” (Matteo 24:31); “perché il Signore stesso, con un ordine, con voce d'arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo; poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell'aria; e così saremo sempre con il Signore” (1Tessalonicesi 4:16-17); accompagneranno Gesù nel Suo secondo avvento e nel giudizio (Matt 16:27; 24:31; Apoc 14:10). Il loro compito può anche essere quello di condurre i defunti giusti nel “seno di Abramo” o “paradiso inferiore”, luogo in cui aspetteranno il momento della prima resurrezione (Lc 16:22-23).

Li abbiamo visti spesso in compiti di avviso, spiegazione, rivelazione profetica (a Zaccaria, a Maria, a Daniele, ecc.)

Tra gli angeli di Dio gli Arcangeli sembrano i principali (1 Tess 4:16; Giuda v.9; Apoc 12:7);  I Serafini (Isaia cap.6) sembrerebbero incaricati di alcune funzioni di sorveglianza e di adorazione, molto vicini a trono di Dio. I Cherubini erano assegnati alla guardia dell’albero della vita in Eden (Gen. 3:24); in Ezechiele trasportavano il trono di Dio.

Della tradizione dell’”angelo custode” abbiamo già parlato in ABBIAMO TUTTI UN ANGELO CUSTODE?.

Tutti gli angeli sembrano molto organizzati e suddivisi in gerarchie,  l’apostolo Paolo (comprendendo anche gli angeli decaduti) cita “troni, principati, potestà, signorie” (Rom 8:38; Efes 1:21; 3:10; Colos 1:16; 2:15).  L'arcangelo Michele: appare come uno dei capi degli angeli (Giuda 9 contendeva con il diavolo il corpo di Mosè;  Apocalisse 12:7 guerreggiava contro il dragone), probabilmente custodisce la nazione israelita (Daniele 12:1);   Gabriele: probabilmente anche lui di rango elevato; sta alla presenza di Dio e gli vengono affidati messaggi importanti (Luca 1:19 / Daniele 8:19 / 9:21).

Ci è proibito rendere ogni genere di culto agli angeli (Apoc 19:10; 22:8-9; Coloss 2:18-19), tanto più che un giorno gli uomini giusti, assieme a Cristo, giudicheranno gli angeli (1 Cor 6:3).

Se gli angeli di Dio servono il Signore e mandati da Lui accorrono in nostro aiuto, gli angeli decaduti di Satana cercano di sovvertire la verità della Buona Novella in tutti i modi al fine di mantenere l’uomo soggetto al potere maligno satanico e poter allontanare l’uomo dalla grazia del Salvatore. L'opera degli angeli decaduti è volta a danneggiare il più possibile l'opera di Dio, i credenti e gli esseri umani in generale. Accecano le menti (II Corinzi 4:4), istigano al peccato (II Corinzi 11:3). Tentano di ostacolare l'opera della Grazia, innanzitutto distraendo (Matteo 13:19), creando confusione (Matteo 13:14, 30), allettando l'orgoglio (I Timoteo 3:6), creando occasioni di caduta (Efesini 4.26-27). Nei casi in cui posseggono un corpo umano, cercano di farlo perire (Marco 9:20-22). La sorte degli angeli decaduti: Il diavolo non ha mai potuto nulla contro Dio. Cristo, in quanto Uomo perfetto, lo ha sconfitto per rendere liberi gli uomini dal peccato (I Giovanni 2:13 / 3:8). Ciò non vuol dire che i credenti  non siano chiamati ad una vigilanza costante. Il diavolo e tutte le creature angeliche che lo hanno seguito sono destinati  alla punizione finale ed eterna insieme a tutti gli esseri umani che hanno rifiutato l'Evangelo della Grazia (Matteo 25:41 / Apocalisse 20:1-3 / 7:10). In questi periodi, e sempre di più fino al ritorno di Gesù, queste forze maligne manifesteranno il massimo del loro potere, cercando di ingannare se possibile anche le persone credenti. Aumenteranno miracoli e segni prodigiosi. Ma il Signore ci ha già avvisati di tutto e sa come combattere per noi assieme al Suo esercito celeste. A noi compete solo restare fedeli a Dio in Cristo seguendo gli insegnamenti dello Spirito Santo, il quale ci dà i mezzi per discernere ciò che è vero da ciò che è falso.

Ma non ci fermiamo a meditare sugli angeli in se stessi, non servirebbe a niente, essi pure sono creature, non sono Dio. Studiamo bene invece il piano di Dio nella prospettiva di quello che Lui ha preparato. Avviciniamoci allo studio del profeta Daniele e all’apocalisse di Giovanni procedendo con attenzione, chiedendolo aiuto ai pastori, ai dottori delle chiese, “forzandoli” se occorre, alla preparazione e spiegazione di questi argomenti sugli ultimi tempi.

Per tutto il piano di Dio può essere d’aiuto una modesta nostra introduzione su youtube “CAMMINO DELL'UOMO E PROGETTO DI DIO” in https://youtu.be/T8ycW85ldF8   (15 minuti). Sempre in youtube si parlerà diffusamente del rapimento e degli ultimi tempi (indice in http://www.ilritorno.it/elenco_video_pic.htm )

 

 

 

 Fonti consultate:

Nuovo Dizionario Biblico a cura di René Pache - Centro Biblico;

Dizionario Biblico GBU;

 "Gli angeli nella Bibbia" di G. Martelli  https://www.evangelici.info/gli-angeli-nella-bibbia;

"Angeli di Satana" in https://www.evangelici.info/satana-e-i-suoi-angeli;    

"La dottrina degli angeli" http://www.assembleedidio.org/_chiese/oristano/meditazioni/Studio%20biblico%20-%20Dottrina%20%20-%20Gli%20angeli.doc

 

 

 

 Indice posta -    Home

per la posta-PIC scrivere a mispic2@libero.it - sarà mantenuta la privacy

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica sono scritti NON PROFIT, senza fini di lucro, per il solo studio biblico personale di chiunque lo desideri - vedi AVVERTENZE