Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

 

 

"NON SO COSA MI STIA SUCCEDENDO.. LEGGERE LA BIBBIA E' COME UNA CONTINUA RIVELAZIONE..."

di Renzo Ronca - 29-10-12-h.10 - (Livello 4 su 5)

 

 

 

 

 

 

DOMANDA: Non so bene cosa mi stia succedendo… non è che prima non capissi le Scritture, ma adesso appena comincio a leggere è una continua rivelazione, mi sono più chiare e sento subito l’impulso di trasmettere agli altri quello che ho capito… non so quanto durerà.. pensi che sia uno stato di esaltazione?

 

RISPOSTA: Conoscendo il tuo percorso e i contenuti di ciò che leggi e che tu interpreti, direi che è una delle forme in cui lo Spirito Santo si manifesta.

 

Ad un certo punto del nostro cammino, se abbiamo perseverato -quando e come vuole lo Spirito di Dio-  c’è come uno “scatto” particolare, come se da un momento all’altro la Bibbia “parlasse da sola”; nel senso che sembra davvero aperta e comprensibile a diverse altezze e profondità.

 

Quando capitò a me passai diversi stati d’animo: sorpresa, entusiasmo, esaltazione, paura (da dove veniva tutto ciò?), istinto di chiudermi o fuggire, preoccupazione, cautela, individuazione che la cosa era da Dio, riprova, assestamento, tranquillità nella vigilanza (mai abbassare la guardia!).

 

In pratica per quel poco che posso dire (chissà quanto immense sono le profondità di Dio!) dopo che abbiamo affidato VERAMENTE il nostro cuore a Gesù, ecco che la Sua prima promessa si avvera: La prima promessa di Gesù che si avvera è il dono dello Spirito Santo.

 

 

Giov. 14:15 «Se voi mi amate, osserverete i miei comandamenti; 16 e io pregherò il Padre, ed Egli vi darà un altro consolatore, perché stia con voi per sempre, 17 lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete, perché dimora con voi, e sarà in voi.

Giovanni 15:26 Ma quando sarà venuto il Consolatore che io vi manderò da parte del Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli testimonierà di me;

 

Questa Persona misteriosa che chiamiamo Spirito Santo ha scelto di manifestarsi  all’uomo in molti modi, ma non manifesta mai Se Stessa! Questi modi sono tutti esattamente compatibili con quanto dichiarato dalle Scritture bibliche.

Se riceviamo questo Spirito di Dio, se davvero ci attrae e ci "risucchia" in Lui, allora tenderemo a fare come Lui fa: Non accentra su di Sé non esalta Se Stesso, ma come nella più alta espressione d’amore, annulla ogni personalismo versandosi, amando .

 

Ecco allora che anche noi, se davvero abbiamo questo dono dello Spirito Santo,  per prima cosa, quando si manifesta, non siamo spinti ad esaltarci come fossimo speciali, ma anzi ci ridimensiona, oppure ci consola. In ogni caso testimonia sempre il Cristo e ci sospinge sempre a rendere gloria a Dio.

E’ nell’amare Dio che siamo elevati, è nel servirLo che siamo felici; servire Lui poi, è anche servire il nostro prossimo.

 

Secondo quanto detto allora, la prima cosa che devi fare è togliere lo sguardo da te!

 

E’ forte infatti la tentazione di dirsi: “uh, come sono bravo… riesco a capire e a spiegare tutto…”; sarebbe un grosso errore! Ciò che avviene è molto più bello e complesso:

 

Tu non sei nulla, non crederti qualcosa! Tuttavia sei tutto nel momento che Dio ti guarda e ama. Possiamo brillare di luce riflessa.

 

Lo Sp S ci può fare un dono grande: ti dà la possibilità di percepire in piccolo l’elevazione spirituale come in parallelo all’ascensione, alla trasformazione che avverrà completamente in futuro. Dio Spirito Santo è travolgente nel Suo unirsi continuamente a Dio Padre e Dio Figlio, perché di fatto sono un unico Essere. Sono come parti di un unico corpo che vive “ardendo” in un amore continuo, creando, comunicando, amando, espandendo la loro consistenza in ogni dimensione, impossibile per noi da capire.

 

Ebbene in tutto questo ascendere ecco che la tua persona viene immessa, viene parzialmente inserita, come risucchiata dalla potenza dell’attrazione che unisce lo Spirito al Padre e al Figlio. Più che capire si tratta di accogliere diventando permeabili.

 

Se lo Spirito di Dio non regolasse questa apertura ed intensità saremmo distrutti in un attimo. Se tutto questo ti fosse accaduto prima, quando ancora eri nei tuoi peccati, quando non eri VERAMENTE in Cristo, allora l’apertura della gloria di Dio -anche se limitata a causa della nostra umanità- in presenza del peccato che ancora era in te, ti avrebbe come “bruciato”. Ecco perché in certe tu preghiere di prima sembrava non ascoltare. Lui ti ascoltava benissimo ma anche se tu non lo vedevi, stava purificando il tuo cuore per poi entrare e riempirti di questa Vita.

 

Noi veniamo come sollevati nei pensieri, come aperti nella mente, il cuore si espande, la Parola del Signore non è più contenuta in parole cin regole grammaticali o di sintassi… attraverso quelle parole ecco ce lo Spirito ci porta oltre. In perfetto accordo con TUTTA la Bibbia, noi ne trapassiamo l’apparenza e ne gustiamo uno strato superiore, slegato dal ragionamento perché arriva per intuito o infusione, eppure capito anche dal ragionamento perché riusciamo a sintetizzarlo e a spiegarlo.

 

IN realtà non siamo noi a fare tutto questo: è la nostra Guida, lo Spirito di Dio stesso, che avendo già ispirato la Bibbia quando fu composta, sa come darci dei piccoli flash per permetterci di “entrare” meglio in ciò che voleva comunicare allora come adesso. Lo Spirito di Dio è il tramite tra l’intenzione di Dio e la nostra limitata mente. Lo Spirito sa trasformare la nostra mente ed aprirla quanto basta perché possiamo guardare una prospettiva più ampia.

 

Questa attività dello Spirito non finirà, ma ti farà transitare “di fede in fede” cioè maturando la tua fede in prospettive profondità ed altezze sempre più consistenti.

 

E’ un dono grande questa intimità col Signore! Sii riconoscente e felice.

 

L’atteggiamento migliore per te è quello di lodare Dio e ringraziarLo ed adorarLo mentre partecipi docilmente a quanto ti viene mostrato e lo trasmetti, senza fartene merito, a quanti il Signore vorrà chiamare.

Trasmettere esattamente come Lui fece con  te, quando ti chiamò da lontano, quando da altri ricevesti  i primi consigli.

 

Egli ti chiarirà meglio la tua missione, un poco alla volta. Lode a Dio!

 

 

 

- Indice posta -   Home  

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE