Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

L'immondizia "indifferente”

(mag 2008) 24-10-14 -h14 -Rubrica satirica "Due chiacchiere de giornalaio"-

 

 

Tra le mani di noi poveri giornalai passano notizie di tutti i generi; alle volte ho i conati di vomito!  Permettetemi uno sfogo da disperato, infatti parliamo di immondizia!

 

Non parlo solo dell’immondizia che è sulle strade di  alcune città dell'Italia o di quella più velenosa nelle parole dei politici. Vi è qualcosa di maligno che sta mostrando il suo vero volto in tutto il mondo; è una forza diabolica, oscura, ma sempre più evidente, che si serve di uomini corrotti venduti al potere per distruggere il pianeta ed i cuori delle genti. E' la fase successiva dell'odio, è quella che sorvola ogni emozione: è il vuoto di chi non ha nulla dentro.  Il genere umano si è ridotto a qualcosa che di umano ha ben poco.

 

Sentivo l’intervista ad un sopravvissuto ai campi di concentramento nazisti che spiegava nei particolari come erano organizzate le barbare uccisioni: negli ultimi periodi di guerra non si perdeva nemmeno più tempo ad uccidere gli ebrei, si seppellivano VIVI!

 

A questo sopravvissuto era stato chiesto che idea si era fatto del perché poteva accadere tutto questo, e lui ha detto: “ci ho pensato tanto su questa cosa… penso che ci sia una parte animalesca nell’uomo che in certe condizioni emerge e prende il sopravvento e non si è più uomini”

 

Una parte animalesca… già. La riflessione ci porta più in profondità: la parte bestiale di noi ha bisogno comunque di un elemento scatenante per poter esplodere nella sua violenza: ad esempio l’odio?

 

Pure se ci fa orrore riusciamo a capire come l’odio possa indurci ad uccidere. Ma vi sono casi in cui non c’è nemmeno l’odio (o c’è in misura blanda, come sottofondo) parlo ad esempio di come certuni applicavano gli ordini: buttare centinaia di corpi di uomini nelle buche per ricoprirli subito dopo o buttarci dentro delle scatole di latta, per loro era la stessa cosa.  Indifferenza. Fredda incredibile inaccettabile indifferenza. Questa fredda efficiente indifferente osservanza agli ordini è più difficile da capire.

 

Mi veniva in mente l'ufficiale nazista Priebke che seppure arrestato e morto di vecchiaia agli arresti domiciliari in Italia, sembra che non abbia mai sentito la necessità di pentirsi o di chieder perdono. Ricordo quando venne suo figlio -mostrato in TV-  venne da lui con una bottiglia di champagne per festeggiare uno dei suoi compleanni, nonostante la manifestazione di dolore che era fuori dalla sua casa.  Freddi cinici  efficienti indifferenti fino all'ultimo suo respiro! Che gente è mai questa?

 

Un altro ufficiale nazista, nel processo di Norimberga, pare si sia vantato della sua efficienza nel trovare dei modi più rapidi per uccidere le persone senza far passare troppo tempo da un ingresso all'altro. Era concentrato sull'efficienza del gas da usare come se si parlasse di coriandoli e non di esseri umani! Come funzionano queste menti? Perché sono così?

 

Nel suo libro “Se questo è un uomo”, Primo Levi ci raccontò che tra le peggiori esperienze ci fu quella di essere osservati, lui e pochi altri, da donne soldato in un laboratorio chimico, non con disgusto o con odio, ma con la privazione di ogni umanità, uno sguardo che ti vedeva ma allo stesso tempo non ti considerava come esistente.

 

Ho fatto l'esempio dei nazisti ma non è che  gettare le persone nelle foibe con la calce viva o altre forme orripilanti di genocidio successive commesse da altri eserciti siano state migliori.

 

Ecco, come possiamo raggiungere un degrado così?

Sono cose ormai passate dite? Non credo. Un certo tipo di cinismo e di disprezzo ha radici diaboliche e non si estingue facilmente ma SI TRASFORMA E CRESCE.

 

Quell'indifferenza coperta dalla scusa degli ordini da eseguire era evidente nella sua mostruosità; ma oggi il menefreghismo rimane, è ammantato di perbenismo, e molti ancora muoiono per l'indifferenza della maggioranza che dice sempre: "io non sapevo, non c'ero..."

 

Pensiamo anche a certi politici di oggi: parlano sempre in nome di Dio o della Libertà o del benessere dei cittadini… ma sapete cosa hanno dentro? Niente!

Non hanno amore e nemmeno odio. Hanno solo l’immagine di se stessi. Un’immagine esageratamente grande, gonfiata dallo spirito dell’Ingannatore come palloncini colorati.

Se avessero odio per qualche cosa sarebbe comunque un sentimento, una cosa viva. Un sentimento si può capire, spesso vedere con occhi diversi; ogni tanto si può persino correggere con la maturità ed i buoni valori cristiani; ma il niente, l’indifferenza, il gonfiarsi di un vuoto ancora più grande…. come fai?

 

L’immondizia vera in qualche modo puoi vincerla, ma quale inceneritore potrà mai distruggere queste mentalità indifferente drogata di potere e cinismo?

 

Confidare nella giustizia dell’uomo mi pare ormai inutile; non ci rimane che aspettare la Giustizia di Dio, almeno lì non vince chi ha più soldi o chi è più furbo.

 

Un saluto dal vostro giornalaio

 

 

 

Indice giornalaio  - Home

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE