COSA SONO I

 

COSA SONO I “POTERI FORTI” – capire in modo semplice e cristiano –

di Renzo Ronca – (26-5-16) – aggiorn. 2-6-16 -h.16

 

 

 

“Poteri forti”: tutti usano questa espressione che ormai è diventata popolare; però se andate a fare una ricerca in internet sul suo significato, al di là dei paroloni complicati e spesso privi di sostanza, sarete sorpresi dal vedere che quasi nessuno sa spiegare praticamente quali siano questi poteri e soprattutto da chi siano gestiti. Siccome dubito che in un mondo dove tutti pensano di sapere tutto vi siano così tanti ignoranti, sospetto che molti, pur avendo una idea abbastanza precisa di cosa e chi rappresentino i "poteri forti", non vogliano o non possano dirlo in maniera chiara.

 

Del resto ciò ha una sua logica: prendiamo ad esempio la comunicazione: è normale che chi ha veramente potere nel mondo, gestisce prima di tutto le comunicazioni globali, perché da queste può fare propaganda a se stesso ed avere consensi e quindi esercitare la sua volontà. Dunque chi ha questo potere sa come gestire i “mass-media” (1); cioè ha la possibilità di controllare giornalisti, politici e dirigenti operatori. Tutti questi infatti si guardano bene dal criticare chi da loro da mangiare, così pur di sedere in qualche comoda poltrona accarezzano la mano che li nutre. E’ la logica appunto del potere, che lavora sempre nella penombra e porta in alto il cortigiano che preferisce. Non ho mai visto, per esempio, uno che ama maneggiare i soldi parlare male delle banche.

 

Dunque da questo abbiamo già cominciato a capire che il “potere forte” è quello che –non visto dall’esterno- gestisce il “potere debole”, cioè a lui sottoposto. Sono insomma strutture sovra-governative. C'è chi "gestisce" uno Stato e chi invece gestisce o tende a gestire l'insieme degli Stati del mondo. Ovviamente noi comuni mortali, in tutto questo scenario mondiale, vediamo solo i burattini e mai il burattinaio.

 

I “poteri forti” allora possono intendersi in senso ampio da una élite fissa elevatissima di poche persone che si avvale anche da un'altra cerchia o casta tratta da chi esercita il “potere normale” in tutti i campi; insomma degli chef potenti con una “crema” di persone che sono già a capo di potenti organizzazioni politiche, religiose, militari, scientifiche, finanziarie.

 

Secondo molte teorie "complottiste" (2) sarebbero ristrettissime organizzazioni senza scrupoli, con molti mezzi, che aspirano a controllare il mondo servendosi di tutto e tutti. Persone senza bandiera eppure di tutte le bandiere; senza un partito e senza fede, eppure inserite in tutti i partiti e tutte le fedi; astutamente nascoste dietro banche, multinazionali, massonerie ed altre associazioni; in grado di far crollare le economie di nazioni intere, di diffondere malattie e virus. Dove questi non riescono con l’imposizione diretta e violenta, sono in grado di programmare realizzare e controllare i nostri modi di pensare; riescono tramite i mass media a fabbricare consensi di milioni e milioni di persone alle ideologie più vili, abiette, feroci, egoiste, ciniche, facendole passare per “progresso sociale e civiltà”. “Ordo ab chaos” “l’ordine si ottiene creando il caos” dice un famoso motto massonico; dove per "ordine" si intende il LORO controllo  sul mondo. Questi gruppi di potere nascosti creerebbero prima la paura, la solitudine, la disperazione, la fame, l’ingiustizia, la corruzione, lo scontento, il caos, poi sfruttando lo scontento e il bisogno di stabilità, ti offrono la soluzione di un governo "forte", fatta di belle parole piene di “pace”, a patto che tu deleghi loro ogni potere, rinunciando di fatto ad avere un tuo proprio pensare libero.

 

Quali siano nello specifico questi poteri anonimi e potenti è stato sempre difficile da capire così come i loro obiettivi; tuttavia il loro potere è così forte che più si va avanti e meno si preoccupano  dell'anonimato. Io non sono in grado di capire e sapere le verità, “esamino ogni cosa e trattengo ciò che è buono” (1Tess. 5:21) in relazione alle profezie bibliche. Di materiale ne possiamo trovare tanto, sia attraverso libri che in internet; che poi tutto questo materiale sia veritiero o esagerato o falso  lo vedremo nel tempo, strada facendo. Comunque tanto per dare una idea -sempre secondo queste teorie complottiste-  di alcune di queste organizzazioni che a torto o ragione ricorrono spesso, citiamo  Massoneria, Ordine degli Illuminati, Club Bilderberg, Club di Roma, Council on Foreign Relations, Banca Centrale Europea, Word Trade Organization, Fondazione Rockefeller, ecc. (3).

 

Le persone attratte da questo tipo di potere vengono preparate già da piccole  da una propaganda mediatica a tappeto arrivista opportunista, quella tanto per capirci di tipo "americano": “tu devi essere il n.1, tu vali, ce la puoi fare, devi essere il migliore, sii te stesso, devi lottare, devi arrivare al vertice…”  che promette loro successo, denaro, piaceri, capacità che altri non hanno. Ed in effetti alcuni lo ottengono, ma ad un prezzo elevatissimo, cioè vendendosi letteralmente l’anima: “Di nuovo il diavolo lo portò con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo e la loro gloria, dicendogli: «Tutte queste cose ti darò, se tu ti prostri e mi adori». Allora Gesù gli disse: «Vattene, Satana, poiché sta scritto: "Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi il culto"» (Matt 4:8-10). Ciò che Satana non riuscì a fare con Gesù, cioè convincerlo ad essergli sottoposto, cerca di farlo con noi.

 

La cosa triste è che questa tendenza a primeggiare ad avere “potere” è ampiamente diffusa anche nelle chiese cristiane di ogni tipo. Moltissimi “grandi uomini” considerati “santi” dalla gente, sono in realtà spinti da desiderio di primeggiare, di farsi vedere, di ottenere onori e considerazione, di riscattarsi da una vita disordinata, infelice, banale, mediocre; e lo fanno usando parole di Dio. Più o meno consapevolmente sono proprio questi che formano la struttura di base della Babilonia religiosa satanica,  che sarà distrutta senza appello al secondo avvento del Cristo Gesù.

Vigiliamo dunque e stiamo lontani da queste tendenze.

L’unico successo che ci deve interessare è quello di essere graditi a Dio per i meriti di Cristo e  l'unica aspirazione sarà quella di essere “elevati” quando Lui tornerà.

 

 

 

  

(1) “Mass media”: cioè “comunicazione di massa”: internet, televisione, giornali, film, manifesti, tabelloni, fumetti, radio, pubblicità, ecc.

 

(2) "Una teoria del complotto (o della cospirazione) è una teoria che attribuisce la causa prima di un evento o di una catena di eventi (in genere politici, sociali o talvolta anche naturali) a un complotto. Si tratta in genere di teorie alternative più complesse ed elaborate rispetto alle versioni fornite dalle fonti ufficiali e critiche nei confronti del senso comune o della verità circa gli avvenimenti comunemente accettata dall'opinione pubblica. Tali ipotesi non sono provate per definizione, dal momento che cesserebbero di essere "teorie", e vengono spesso elaborate in occasioni di eventi che suscitano forte impressione nell'opinione pubblica come ad esempio eventi tragici legati alla morte di personaggi più o meno famosi o grandi disastri civili, ambientali, o atti terroristici, vuoi anche per effetto dell'ampia diffusione e trattazione da parte dei mass media" (Wikipedia)

 

(3) Un testo utile, che affronta queste tematiche in modo evangelico approfondito, che mi piace segnalare è l'interessante: "Apocalisse - i giudizi, la bestia e il nuovo ordine mondiale - scenari profetici per il nostro futuro" di Marco Distort (Ed. La pietra angolare).

 

 

 

 

 

 Correlazioni:

 

POTERE E CRISTIANESIMO (PDF)

 

Meccanismi di condizionamento dei media (PDF)

 

 

Indice "pensare... usa la testa!"   -   home

 

 

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica sono scritti NON PROFIT, senza fini di lucro, per il solo studio biblico personale di chiunque lo desideri - vedi AVVERTENZE