Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

Il nostro Dio non è la somma delle nostre idee religiose - (RELIGIONE MONDIALE - 6)

 di Renzo Ronca – (1-5-13)- 28-4-16 - (Livello 3 su 5)

 

[Imm: esempio di una somma complicata (Riemann)]

 

(Segue)

Dopo quanto detto le volte precedenti, ci pare che il Dio della Bibbia (1) non sarebbe contento di una nostra preghiera volutamente unita a quella di una persona che prega un altro dio.

 

La bella nostra affermazione che esista un dio teorico, prodotto da una religione globale, che è la somma del Dio della Bibbia e di tutti gli altri dei, non trova riscontro in nessun riferimento biblico. Questo pensiero di una religione come somma di tutte le religioni può sembrare affascinante, ma non è il pensiero del nostro Dio! Tutta la nostra Bibbia insiste continuamente su un Dio unico che non vuole spartire nulla con altri dei.

Visto che la stessa “Bibbia” letterale può diventare un idolo; visto che il concetto di “Trinità è stato spesso diffuso e recepito da qualche chiesa in modo errato (2), visto inoltre che le chiese cattoliche ed ortodosse pregano assieme all’Eterno anche "madonna e santi" (persone morte), ebbene, adesso vogliamo aggiungere a tutto questo anche l’unione di religioni e filosofie dichiaratamente diverse e contrarie? Quanto vogliamo continuare ad esporre il Signore a queste estraneità?

 

Ci fu una persona particolarmente dotata di intelligenza e sapienza: Salomone figlio di Davide. Egli nella seconda parte del suo regno, spinto dall’idolatria delle sue tante mogli e da astuzie politiche non necessarie, tentò un esperimento di “raccoglimento” di varie fedi riunendo sugli “alti luoghi” culti diversi; inoltre spinse il suo popolo ad adorare idoli, divinità straniere. Oggi lo chiameremmo il primo tentativo di "sincretismo-ecumenismo" o di religione mondiale (non a caso una certa idea distorta di Salomone è molto considerata nella massoneria). Tuttavia questo dispiacque a Dio che negli ultimi anni si ritirò da lui.  [più avanti parleremo di Salomone in maniera dettagliata]

 

Questa evoluzione-involuzione di Salomone ci deve far riflettere molto seriamente: uno tra gli uomini più intelligenti e sapienti del mondo, così grandemente amato da Dio -tanto che ben tre libri della Bibbia sono stati scritti da lui- (3) scivolò pian piano nel peccato più grave che esista: quello dell’idolatria. Come è possibile?

Egli alla fine ciò che è male e Dio stesso lasciando la testimonianza sulla Bibbia con molto spazio, ci sollecita a capire bene come e perché avvenne, in modo da non ricadere nello stesso errore.

 

Oggi infatti vi sono dei gruppi di potere difficilissimi da individuare, composti da persone potenti che si stimano da sole come dotate di grande sapienza, le quali hanno in mano il potere del mondo. Questi gruppi economici finanziari politici militari e religiosi apostati sono la preparazione al piano satanico che, secondo le profezie bibliche, si manifesterà con l'Anticristo e il Falso Profeta (le due bestie dell'Apocalisse)  dopo il rapimento della Chiesa. Ebbene queste persone che controllano già oggi i "mass media", stanno spingendo il mondo (anche moltissime chiese) ad accettare una “nuova” filosofia luccicante, affascinante per come è presentata, ma che se la guardi bene, non è altro che la stessa vecchia idolatria di Salomone.

 

Pensiamoci bene quando sentiremo parlare i potenti di “religione globale, nuova religione, ecumenismo, fede a grandi intese, ampliamento delle fedi, pace nel mondo, dio delle religioni egualmente condivise, ecc”   Il nostro Dio di Abramo non è la somma delle nostre idee religiose.

 

Come Satana ha sempre desiderato mettersi al posto di Dio trasformando l’uomo in un suo adoratore, ecco che chi (anche involontariamente) crederà alle idee ambiguamente trasmesse dal diavolo, verrà trasformato a sua somiglianza (del diavolo).

 

E’ per questo motivo che questa religione globale che si sta presentando sotto diversi nomi accattivanti, che per certi versi potremmo definire come la somma delle nostre concezioni sull’idea di un dio, tende ad innalzare l’uomo e metterlo al posto di Dio.

 

In realtà alla fine, questo filone che accomuna tutte le religioni e tutti gli dèi (anche il nostro “io”), innalzerà solo Satana. O almeno ci proverà, perché il ritorno del Signore distruggerà lui e chi gli avrà creduto.

 

Ma noi, se davvero siamo credenti del Dio biblico (e non nella nostra idea di un dio), abbiamo il motivo e il tempo necessario per riflettere e fare le nostre scelte.

 

Se il mondo seguirà ideologie di una “babele sapiente” verso una pace teorica, noi invece avremo la pace vera nel cuore, perché la nostra pace è il Risorto, il Dio vivo, che in noi vive.

 

Non vi preoccupate dunque del successo nel mondo che avrà questa “religiosità globale”, -infatti ne avrà moltissimo- noi sappiamo che la verità non è sempre nella maggioranza; Gesù capeggiava un movimento di minoranza e non ebbe paura di nulla consapevole di essere Lui verità e pace.

Allora con tranquillità, senza fare polemiche, pure se in minoranza, noi che chiamiamo le cose col loro nome, diciamo: “idolatria? No grazie!” e prego che Dio sia contento della nostra fede semplice.

 

(continua)

 

 

 

NOTE 

(1) Ripeto spesso la dicitura “Dio della Bibbia” o “Dio di Abramo Isacco e Giacobbe” perché abbiamo dimenticato chi Egli sia ed è necessario oggi, come tanti secoli fa, riportarlo alla nostra memoria. Per una migliore spiegazione di questo vedi PERCHE' DICI SEMPRE "DIO DI ABRAMO ISACCO E GIACOBBE"? 

(2) E’ molto delicato il concetto della “Trinità” ed i suoi possibili errori di interpretazione; consigliamo di leggere un accenno nel ns “CHE COS’È LA TRINITÀ? ESEMPIO DEL PALAZZOdi Angelo Galliani

[3] Vengono attribuiti a Salomone i seguenti scritti biblici: L'Ecclesiaste o Qoelet; Il Cantico dei Cantici; La maggior parte del libro dei  Proverbi (Pr 1-22:16, Pr 25-29), i Salmi 72 e 127.

 

 

 

pag precedente    - pag. seguente  -   Indice "pensare... usa la testa!"    -   home

 

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE