Bollettino libero cristiano evangelico  della "Piccola Iniziativa Cristiana" a cui tutti possono partecipare utile per la riflessione e lo studio biblico

 

 FUORI DAL VORTICE - BASTA POCO PER ESSERE LIBERI  

CONCLUSIONE DI “CINQUE MINUTI PER LA LIBERTA’”

di Renzo Ronca - 28-12-12-h.18 - (Livello 1 su 5)

 

Capiamo bene cosa abbiamo realizzato con gli stop di riflessione pacifica, con le passeggiate, le foto ecc

Noi ci stiamo allontanando dal "vortice". Usciamo dalla tristezza. dalla depressione, dalle agitazioni malsane, dalla manipolazione mediatica.

Ricordate quel gorgo nel mare di cui parlammo? (vedi http://www.ilritorno.it/fare%20e%20pensare/Pensare/100_contrastare_il_vortice.htm )  Ebbene attraverso questo attento modo di camminare, di sostare ed ascoltare, di fotografare, di scrivere  volutamente attenti alla natura e al cielo, usciamo da quel mulinello e torniamo in mare aperto, nella calma dei sentimenti e dei pensieri.  Lo stesso ragionamento vale per l’ascolto interiore delle cose di Dio. Obbligandoci a delle soste a de pensierini di pace interiore e di lode a Dio mentre “camminiamo nello Spirito”, ecco che ci allontaniamo dalle zone oscure di ripiegamento e di tristezza.

 

 

fig.5

 

 

 

 Ecco allora nella fig. n.5 richiamando le immagini dei nostri capitoli precedenti, vediamo che se interveniamo nella parte esterna del gorgo, prevenendo le forti intensità depressive e i condizionamenti di questo secolo, questi semplici inserimenti a metà tra hobby e comunione spirituale, ci portano fuori e ci liberano.  Il ramo di mandorlo che indica l’ascolto del Signore nella natura nella ricerca del dono profetico, le passeggiate che affinano i nostri sensi e danno tono al corpo, il fotografare che ci permette di focalizzare i simboli e incorniciare il bello che ci colpisce….  Tutto questo ed altro ancora rallenta la corrente  mediatica e nervosa di questo tempo e ci proiettano all’esterno, nella pace oceanica, nella quiete dello spirito e delle emozioni.

Se ritroviamo questa armonia ci allontaniamo dal male fisico e spirituale ed in più cresciamo nella maturità di fede. Infatti quanto il Signore ci trasmette internamente ed esteriormente, cioè quell’insieme di cose che sentiamo e meditiamo nella calma, è buono ed utile per l'edificazione, la correzione, l'incoraggiamento, la consolazione, l'istruzione, la conoscenza, l'evangelizzazione, la preparazione e la consacrazione in vista del Suo ritorno. E' da gustare per noi stessi, per le nostre famiglie, per gli amici, per i fratelli della chiesa, per quanti hanno attrazione per il Signore.

Sia lode a Dio per la Sua grazia.

 

 

pag precedente    -  Indice "pensare... usa la testa!"   -   home

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica - vedi AVVERTENZE