IL RAPIMENTO AVVERRÀ QUANDO LA PREDICAZIONE AVRÀ RAGGIUNTO TUTTI I NON-GIUDEI? – Riflessioni-

- Renzo Ronca - 23-12-15-h.10,45 - (Livello 3 su 5)

 

 

 

 “Infatti, fratelli, non voglio che ignoriate questo mistero, affinché non siate presuntuosi: un indurimento si è prodotto in una parte d'Israele, finché non sia entrata la totalità degli stranieri 26 e tutto Israele sarà salvato…” (Rom. 11:25-26)

 

 

non voglio che ignoriate questo mistero

«“Mistero” è adoperato spesso nel Nuovo Testamento (Efesini 1:9; 3:3-5; Romani 16:25; 1Corinzi 2:7-10; Colossesi 1:26) di cose relative al disegno divino della salvazione, le quali la mente umana non potrebbe da sè scoprire e che la rivelazione dell'Antico Testamento non manifestava chiaramente (cfr. Matteo 13:11; 1Corinzi 15:51; 1Tessalonicesi 4:15). Non indica una cosa in sè incomprensibile, come sovente nell'uso odierno, ma una cosa che ha bisogno d'essere rivelata per esser conosciuta ed intesa.» (Bosio)

 

affinché non siate presuntuosi

I Cristiani nel vedere che Israele era stato “rigettato” potevano (come poi spesso accadde) sentirsi superiori e disprezzare i Giudei cadendo nello stesso loro orgoglio. Questo decadimento è da evitare assolutamente.

 

un indurimento si è prodotto in una parte d'Israele

Sappiamo bene infatti che Israele non fu del tutto “rigettato”, c’è sempre un “rimanente” fedele alle promesse del Signore. Una gran parte non riconobbe il Signore e si “indurì” ma una piccola parte rimane vigile.

 

Israele viene a conoscere –diciamo così- un momento di “pausa-sospensione-riflessione nella sua evoluzione spirituale”; ed in questa “pausa” intanto si maturano i tempi dei non-Giudei, cioè i nostri tempi, fino al completamento della formazione, rapimento e ritorno della Chiesa sulla Terra. A quel punto Giudei che riconosceranno il Cristo-Messia e non-Giudei, formeranno un unico popolo.

 

finché non sia entrata la totalità degli stranieri

L’interpretazione di questa frase è ancora oggi difficile e controversa.

Intanto c’è da dire è che la “Chiesa” (1) non si è sostituita a Israele e non ha riempito il vuoto della loro “pausa”. Non c’è uno scontro o scambio di popoli in rapporto alla salvezza do Dio. La Chiesa che Gesù rapirà sarà costituita da anime elette per grazia (non per opere, le opere conseguono alla fede) in base alla fede in Cristo Gesù; sono anime prese da tutto il mondo. Generalmente saranno costituite da non-Giudei questo è vero, ma nulla osta che se esistessero Giudei-Messianici (cioè che riconoscono in Gesù Cristo il Messia e il Salvatore) possano far parte dei rapiti. In fondo chi erano i primi apostoli se non appunto “Giudei-Messianici”? Ora nella Chiesa che sarà rapita non risorgeranno per primi proprio quelle anime che Dio ha considerate giuste nel corso dei secoli? E tra queste non ci saranno per primi proprio gli apostoli e gli altri discepoli di Gesù? Dunque fare distinzioni troppo rigide in base alle nazioni o alle razze da cui le anime della Chiesa provengono mi pare azzardato. Comunque in modo generico, cioè in linea di massima,  possiamo dire che i Giudei si sono “induriti” (hanno cioè rigettato il Cristo) e come tali si sono auto-esclusi dal rapimento.

 

Quando poi dice “la totalità degli stranieri” (“tutte le genti” CEI;  “la pienezza dei gentili” ND – “totalità” infatti dalla parola “pleroma”  significa “pienezza”) ecco che la speculazione teologica dottrinale tende subito a formare nuove regole: secondo alcuni la Chiesa non sarà rapita fino a che TUTTE le persone del mondo non siano state avvisate della buona novella. Anche per questo i missionari dovrebbero predicare incessantemente per affrettare la venuta del Signore. Il discorso di fondo è buono ma non applicherei la regola alla lettera; infatti secondo gli istituti di ricerca, aggiornata al giugno scorso, nascono nel mondo 141 bambini al minuto, vale a dire ogni giorno circa 200.000 bambini. La predicazione letterale “ad ogni anima” non mi pare sarebbe possibile, non si arriverebbe mai a metterci in pari; a meno di non considerare dei gruppi.. dei responsabili.. ma allora estendendo il discorso delle famiglie gruppi etnie nazioni.. si arriva ad un’altra interpretazione che ci sembra più verosimile cioè alla predicazione a tutte le genti in senso lato:

“per cui non s'intende il supplemento Gentile che deve colmare la lacuna prodotta dalla incredulità israelitica, nel popolo di Dio, nè il numero completo degli eletti d'infra le Genti, ma semplicemente il numero completo, la totalità delle nazioni pagane (cfr. Romani 11:12). Siccome si tratta di nazioni, questo non significa che tutti gl'individui i quali formano queste nazioni abbiano ad essere convertiti; ma implica che l'Evangelo ha da esser prima predicato a tutte le genti (cfr. Matteo 24:14; Marco 13:10), e che ciascuna ha da fornire un contingente al regno di Dio. “Sia entrata”, s'intende nel regno, mediante la professione della fede in Cristo largamente abbracciata. Questo corrisponde alla profezia di Cristo in Luca 21:24: «Gerusalemme sarà calpestata dalle Genti finchè siano compiuti i tempi dei Gentili»” (E.Bosio)

Ma anche in questa interpretazione di tutto rispetto non dobbiamo essere troppo letterali: ammesso che l’uomo possa conoscere il numero di tutte le genti del mondo (dai grandi popoli alle piccolissime tribù) non potrà mai capire da solo cosa significano parole come “pienezza dei tempi” o “i tempi dei Gentili”.

Chi sa e stabilisce infatti il momento in cui la predicazione è “completa” se non lo stesso Dio?

 

Per sapere quando sarà la pienezza allora allora vi è una conoscenza nell’Eterno che noi non sappiamo, quindi “Egli conosce il numero dei suoi eletti” (Pache).

L’Eterno conosce il numero dei suoi eletti.

Questa affermazione ci intimorisce perché è fuori dalla nostra portata.

Proviamo a rifletterci per un po’ prima di proseguire.

(continua)

 

 

 

 

 

NOTE 

(1) Siccome siamo in un paese cattolico, ricordo sempre che per “Chiesa” nella Scrittura non si intende la “Chiesa Cattolica” (o altre confessioni specifiche), ma si intende l’insieme di tutti i credenti che Dio ha considerato “giustificati”, “salvati”, “eletti”; tutti quelli che insomma rapirà e che formeranno la “Chiesa di Cristo”, con cui Gesù ritornerà dopo poco a governare la Terra per il millennio.

 

 

pag seguente  -    Indice "Ultimi Tempi   -  Home

 

 

Questo sito ed ogni altra sua manifestazione non rappresentano una testata giornalistica sono scritti NON PROFIT, senza fini di lucro, per il solo studio biblico personale di chiunque lo desideri - vedi AVVERTENZE