FARE SILENZIO NELLA MENTE

- di Gabriella Ciampi – psicologa, psicoterapeuta – 16-9-19

 

 

Fare silenzio nella mente, come si fa? Cosa significa?

Si tratta di allontanare pazientemente ogni pensiero, ogni ragionamento, ogni previsione o idea che riguardi il futuro.

Escludere dalla mente tutti gli argomenti, i problemi, le tematiche che ultimamente si affollano e si scavalcano nel pensiero.

Silenzio. Niente ragionamenti.

Bandire ogni pensiero che riguarda progetti, previsioni, programmi, schemi.

Stare soltanto fermo, silenzioso e fermo, nel momento presente.

Ci sarà un vuoto intermittente, che rimane per pochi secondi ogni volta che riesci a toglierti dalla mente un pensiero. Subito arriverà un altro ma tu, con calma, lo prendi e lo porti fuori da te.

Ristabilisci il silenzio ogni volta. Via via durerà sempre un po’ di più.

Così io ho scoperto che posso stare sola con me stessa, posso togliere il lavoro del pensiero e restare solamente “io” senza niente altro, senza nemmeno ansie, timori, paure, senza incertezze né desideri né aspettative.

Io con ciò che sono, per ciò che ho dentro di veramente mio, a prescindere dal fuori.

Nessuna richiesta, nessuna risposta da dare, nessuno sforzo; nessun impegno, nessuna difesa.

La Pace, la quiete.

-         Credo che questo sia il Tempio che il nostro Dio si aspetta di trovare quando viene a trovarci.

 

 

Indice note pratiche  di psicologia   -   Home Page

Per chiarimenti sul contenuto, approfondimenti o domande, potete scrivere all'indirizzo mispic2@libero.it  specificando nell'oggetto "Domande alla psicologa".