ARGOMENTO SUICIDIO COME AGITE SE QUALCUNO VI SCRIVE PER QUESTI DELICATI PROBLEMI? - 13-5-19

 

 

DOMANDA: salve, scusatemi se vi disturbo. vagavo in internet e ho trovato per caso  il vostro sito che tratta l' argomento del suicidio e invita le persone in difficoltà a  contattarvi.  ora mi scuso per la mia ignoranza e impertinenza, ma mi chiedo: di fronte ad un problema così delicato quando una persona si rivolge a voi come agite?  segnalate tutto alle autorità e chiedete di procedere subito per un trattamento sanitario obbligatorio?   cordiali saluti

 

RISPOSTA: Buongiorno. Niente di tutto ciò. Noi eravamo una ONLUS cristiana, poi per mancanza di volontari si è chiusa l’associazione ed è rimasto un sito con un minimo di organizzazione libera tra poche persone. Quando qualcuno ci scrive pensando al suicidio, la prima lettura della mail di solito viene mandata  ad una psicoterapeuta che ne fa una prima valutazione. Il supporto che possiamo dare è solo di tipo epistolare, dunque molto limitato. Si fa poi in modo di vedere se la persona interessata richiede per il suo problema un aiuto di tipo psicologico oppure di tipo religioso. Nel primo caso (psicologico) la dottoressa attraverso delle mail proporrà dei punti utili ad inquadrare meglio il problema e a cercare gradatamente di risolverlo (sempre nei limiti del possibile). Nel secondo caso (religioso) fornisco e coinvolgo l'interessato su delle riflessioni che a me sono state molto utili nel mio trascorso, avendo io stesso passato, circa 40 anni fa (adesso ne ho 69), lo stesso problema della vicinanza al suicidio. Questo è una specie di percorso che viene adattato alla persona su una base di fede cristiana evangelica. Infatti sempre nel mio caso fu proprio un intervento del Signore che mi portò a riedificare tutta la mia personalità tramite continue riflessioni evangeliche su base biblica.

Spero di averle dato una risposta sufficiente.

Cordialmente: Renzo Ronca

 

 

INDICE "NO-SUICIDIO"  -  HOME